Cagliari-Atalanta, Gasperini: “Partita a senso univo, vietato porsi limiti. Secondo posto? Rispondo così”

Cagliari-Atalanta, Gasperini: “Partita a senso univo, vietato porsi limiti. Secondo posto? Rispondo così”

Le parole del tecnico dell’Atalanta a margine del successo maturato contro il Cagliari

L’Atalanta espugna la “Sardegna Arena”.

Non si ferma la Dea che, dopo il successo interno contro il Napoli di Gattuso, si impone anche sul Cagliari grazie ad un rigore trasformato da Muriel al 27°. Si tratta dell’ottavo successo di fila per la compagine nerazzurra che, oggi più che mai, può tornare a puntare grandi obiettivi. Lo sa Giampiero Gasperini, intervenuto in conferenza stampa nel post gara, per commentare la buona prestazione offerta dalla sua squadra.

“È mancata un po’ di energia e lucidità, abbiamo creato tante occasioni e non dovevamo soffrire così fino all’ultimo minuto. Ma ci sta in questo campionato: siamo stati lenti e imprecisi a livello di conclusioni, ma abbiamo comunque portato a casa la partita. L’obiettivo è l’aritmetica per raggiungere la Champions, poi raggiungere il record di punti di questa società. Secondo posto? Siamo distanti, ma un pensiero sicuramente possiamo anche farlo. Vorrei poi dare qualche opportunità a qualche giovane, anche in Champions League. Cambi affrettati? Forse sì, avrei potuto lasciare più a lungo Muriel e Malinovskyj perché stavano facendo bene. Oggi è stata una partita a senso unico, dominata e facilitata dall’uomo in più: il Cagliari si è difeso bene, con ordine, lasciando il risultato aperto fino alla fine e c’è stata la possibilità di essere raggiunti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy