Atalanta-Torino, Mazzarri: “Dea corazzata da Champions, la vittoria di oggi è un’impresa”

Atalanta-Torino, Mazzarri: “Dea corazzata da Champions, la vittoria di oggi è un’impresa”

Le parole del tecnico dei granata in merito alla vittoria ottenuta contro la Dea

Il Torino batte l’Atalanta.

Tra le mura dello stadio Atleti Azzurri d’Italia è andata in scena la sfida tra la Dea e i granata, che si sono affrontati nella sfida valida per la seconda giornata di Serie A. Gli ospiti erano passati in vantaggio con il gol di Kevin Bonifazi, ma i padroni di casa erano riusciti a ribaltare il risultato con la doppietta di Duvan Zapata. Il Torino ha però trovato la forza di rimontare nuovamente trionfando per 3 a 2 con le reti di Berenguer e Armando Izzo.

Al termine del match il tecnico del Torino, Walter Mazzarri, ha parlato ai microfoni di DAZN, commentando così la prestazione dei suoi uomini: “Sforzo mentale anche perché siamo arrivati venerdì alle cinque di mattina, difficile competere con una squadre che si è allenata tutta la settimana, una corazzata che ha una rosa da Champions. Devo fare i complimenti ai miei giocatori che hanno fanno una partita straordinaria, sono andati oltre loro stessi. Con questi ragazzi ci conosciamo come le nostre tasche, ci guardiamo e ci capiamo al volo. Abbiamo fatto una grande gara in Europa League, non siamo riusciti a passare il turno, ma dopo c’era l’Atalanta. Mancavano per infortunio giocatori importanti che potevano essere mezza squadra, ne mancavano quattro-cinque potenziali titolari, il resto della rosa ha dimostrato che siamo una squadra che può dare filo da torcere a tutti. Noi abbiamo un canovaccio preciso, facciamo delle scalate particolari. Scelgo i giocatori ma le mansioni sono uguali, chi gioca sa quello che deve fare, le scalate che avete visto sono tutte programmate. Maturità del gruppo? Dopo tutto quello che c’è stato dopo il viaggio in Inghilterra, quella di oggi si può considerare un’impresa. Fanno bene a festeggiare, lo spirito Toro è stato straordinario, hanno dato più di quello che avevano in corpo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy