Atalanta, Ilicic: “Per la Champions League dobbiamo dare tanto. Zapata è un goleador”

Atalanta, Ilicic: “Per la Champions League dobbiamo dare tanto. Zapata è un goleador”

Il centrocampista della Dea ha commentato il periodo di forma della squadra e del centravanti colombiano

Continua il periodo di forma dell’Atalanta.

Con la splendida vittoria in rimonta ottenuta in casa del Parma nel corso della scorsa giornata, i nerazzurri hanno collezionato una striscia di quattro risultati utili consecutivi (tre successi e un solo pareggio) e hanno così risalito rapidamente la classifica raggiungendo il quinto posto in classifica al pari della Lazio. La Dea può dunque continuare a sognare un posto nella prossima edizione della Champions League, ma per raggiungere tale obiettivo avrà bisogno di trovare continuità nei suoi giocatori più talentuosi, in particolare i tre pilastri dell’attacco: Josip Ilicic (nove gol e otto assist), Alejandro Gomez (sei gol e nove assist) e Duvan Zapata, che con la doppietta contro i ducali ha raggiunto quota 19 gol in campionato al pari di Cristiano Ronaldo e Krzysztof Piątek.

A commentare il momento dei bergamaschi è intervenuto proprio il centrocampista ex Palermo, che ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport: “Champions League? Ci mancano tante partite e quelle davanti a noi sono tutte squadre forti che stanno bene. Abbiamo conquistato da soli quello che abbiamo adesso. Sì, siamo vicini ma per la Champions dobbiamo dare ancora tanto. I miei obiettivi? Prima voglio stare bene di salute perché ultimamente ho qualche problema di troppo, anche se niente di grave. Spero possa sparire tutto velocemente. E poi mi voglio divertire fino alla fine, voglio dare il massimo per conquistare quello che dobbiamo conquistare. Gasperini? E’ molto molto preparato, è capace di rendere i giocatori più forti di quello che loro stessi possano pensare. Questa è la sua forza principale, soprattutto per i giovani. Riesce a farli sentire sempre importanti. Cosa sceglierei tra Coppa Italia e Champions League? Sceglierei la Coppa Italia perché è un trofeo che ho sfiorato ma che mi manca. Ho fatto due finali ed è bello giocare davanti a così tanta gente. Voglio ripetere questa emozione e lo voglio fare in una società importante come l’Atalanta“.

Infine un commento sulle prossime due sfide, quella con il Bologna e soprattutto lo scontro diretto contro l’Inter: “Non sono preoccupato vedendo in che condizioni siamo messi. L’importante è dare tutto. E poi noi ci divertiamo parecchio. All’inizio abbiamo sofferto un po’. Zapata per esempio non ha capito subito ciò che avrebbe dovuto fare. L’anno precedente avevamo uno come Petagna, che faceva bene anche se non riusciva a segnare tanti gol. Ora abbiamo Duvan che è un goleador, quello che ci serviva. Ci sono dei momenti in cui io e Papu Gomez tiriamo avanti la squadra. Lì è importante avere qualcuno davanti che sappia buttarla dentro. Ci troviamo bene, l’importante è che giochi bene tutta la squadra e non solo il singolo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy