Stangata della FIFA per Angulo: sospensione di quattro anni per uso di cocaina…

Stangata della FIFA per Angulo: sospensione di quattro anni per uso di cocaina…

Il giovane attaccante ecuadoriano è stato sospeso dal Tribunale arbitrale dello sport per ben quattro anni, a causa di un controllo risultato positivo alla cocaina nel 2016…

Notizia incredibile che arriva direttamente dall’Ecuador.

L’ex attaccante del Granada, José Angulo Caicedo, è stato sospeso per ben quattro anni dal TAS (Tribunale Arbitrale dello Sport) a causa di un controllo risultato positivo alla cocaina. Ad annunciarlo quest’oggi è stato lo stesso Tribunale che lo ha finalmente condannato alla sospensione: il giovane talento ecuadoriano (22 anni) era risultato positivo al test in questione nel 2016, e più precisamente il 20 di luglio, prima di un importante match di Copa Libertadores con il suo vecchio club dell’Independiente del Valle. Sul caso era intervenuta poi nell’Aprile del 2017 la Conmebol (Commissione Disciplinare della Confedereazione Sudamericana), che aveva deciso di sospendere il calciatore solo per un anno, ma la decisione fu prontamente respinta dalla FIFA che fece appello.

In giornata il TAS ha deciso infine di dare ragione alla FIFA, annullando dunque la decisione iniziale e rimpiazzandola con una corposa squalifica di quattro anni ai danni di Angulo, rilasciando il seguente comunicato: “I Giudici hanno determinato che i fatti sostenuti dal calciatore non corrispondono alle prove prodotte dagli esperti scientifici“.

Il giovane attaccante ventiduenne aveva firmato un contratto di 5 anni col Granada proprio nel 2016, ma il club spagnolo, a seguito dell’annuncio del controllo positivo alla cocaina, decise di rescindere il contratto con lo stesso giocatore che è così ripartito proprio dal campionato ecuadoriano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy