River Plate-Boca Juniors, pres. CONMEBOL: “Se verrà recuperato, il match si giocherà fuori dall’Argentina”

La sfida di ritorno tra le due squadre argentine si potrebbe recuperare tra l’8 e il 9 dicembre

Non c’è pace per la finale di ritorno de la ‘Copa Libertadores‘ tra River Plate e Boca Juniors.

La sfida tra le due compagini, terminata 2-2 all’andata, avrebbe dovuto avere la sua conclusione nella serata di sabato ma la follia di una buona parte dei supporters del River l’ha combinata grossa. L’assalto al pullman degli ‘Xeneizes’, con tanto di ferimento di alcuni calciatori, ha portato la CONMEBOL a spostare la gara che si dovrebbe giocare tra l’8 e il 9 dicembre addirittura fuori dall’Argentina. Queste le parole del presidente, Alejandro Dominguez, alla stampa argentina.

“E’ stata una riunione molto tranquilla. Non si riesce a capire quanto la passione si confonde con la violenza. Vincere o perdere non è un fatto di vita o di morte. la violenza non fa parte del calcio, uno dei principali valori del calcio è il rispetto e la lealtà verso l’avversario. Ci sarà una squadra che vince e l’altra che perde, però tutto ciò non è sinonimo di sconfitta o di morte. Siamo obbligati a posticipare la partita anche in base alla decisione del Tribunale di Disciplina. Se la partita verrà giocata sarà comunque l’8 o il 9 dicembre al di fuori dell’Argentina”.

46831384_1617772855188127_1930699593255747584_n-2

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy