Manchester United, parte la tournée negli USA: visto rifiutato, problemi per Sanchez

L’attaccante cileno, dopo i guai col fisco, riceve il “no” dell’ambasciata americana per il visto che l’avrebbe portato in tournée con lo United

Il Manchester United vola in America per la tournée estiva, ma qualcuno è rimasto a casa.

E’ il caso di Alexis Sanchez, ex di Arsenal, Barcellona ed Udinese che si è visto rifiutare il visto per la partenza alla volta degli Stati Uniti. Il perché è presto spiegato. L’attaccante cileno è stato condannato a 16 mesi di prigione poi sospesi lo scorso febbraio con il pagamento di una penale a causa dell’evasione fiscale in Spagna, motivo per il quale dagli USA non gli è stato rilasciato il documento fondamentale per la partenza. Le politiche di visto americane sono molto selettive, chi ha un giudizio pendente o è stato condannato in qualsiasi parte del mondo è segnalato all’ambasciata statunitense che può decidere se rilasciare o meno il visto.

Sanchez non è il primo ad avere problemi con il fisco spagnolo e non solo. Ne sanno qualcosa Messi e Ronaldo, ma anche Mascherano e Modric. Stelle del calcio che sono inciampate nel tackle delle autorità fiscali. Relax prolungato dunque per il ventinovenne che, per la prima volta dopo 4 estati passati in Nazionale, dilata forzatamente il periodo di pausa dal calcio giocato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy