Liverpool, colpo per il futuro: Matteo Ritaccio, il “Messi degli USA” che può giocare con l’Italia

Liverpool, colpo per il futuro: Matteo Ritaccio, il “Messi degli USA” che può giocare con l’Italia

Il giovanissimo centrocampista di origini italiane ha firmato il suo primo contratto da professionista con il Liverpool

Un grande colpo in prospettiva per il Liverpool.

L’anno scorso la dirigenza dei Reds aveva portato in Inghilterra un giovanissimo giocatore americano, considerato il “Messi degli Stati Uniti“: si tratta di Matteo Ritaccio, centrocampista centrale classe 2001 acquistato dal Blau Weiss Gottschee, ma che gli osservatori del club inglese avevano adocchiato quando aveva appena tredici anni su un campo dove si stava allenando una selezione della nazionale americana.

Nel corso della passata stagione, il giocatore ha vestito la maglia dell’Under 18 del Liverpool sotto la guida di Barry Lewtas, e in sole cinque presenze ha collezionato una retedue assist attirando anche le attenzioni di Jurgen Klopp. Nella giornata odierna Ritaccio ha infatti firmato il suo primo contratto da professionista, e attraverso i canali ufficiali del club ha parlato dei suoi primi mesi a Liverpool: “E’ una bella città, mi piace e ci sono un sacco di cose da fare. Mi piace stare con i miei tutori, mi sento a mio agio lì adesso, ora mi sono sistemato alla grande. New York è totalmente differente, amo il trambusto e qui a Liverpool l’ambiente è molto più rilassato. Sono qui per giocare a calcio, questa è la cosa che conta di più“.

Il giovane centrocampista ha subito un infortunio alla gamba, attualmente sta ultimando la riabilitazione presso l’Academy di Kirkby (cittadina del Merseyside), e a breve potrà tornare ad allenarsi con la squadra: “Sono stato in grado di prendermi cura del mio corpo fuori dal campo e questo mi ha aiutato a tornare sul campo di allenamento il prima possibile“.

Secondo quanto indicato nel comunicato ufficiale del club inoltre, Matteo Ritaccio possiede anche il passaporto italiano, e potrebbe dunque essere naturalizzato in modo da poter vestire la maglia dell’Italia: Roberto Mancini, dunque, dovrà seguire a distanza un altro giovane che gioca in Premier League oltre a Gabriel Martinelli, attaccante dell’Arsenal che sta stregando l’Europa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy