Barcellona, Setién: “Rispondo alle parole di Messi. Mercato? Neymar, Lautaro Martinez e Pjanic…”

Barcellona, Setién: “Rispondo alle parole di Messi. Mercato? Neymar, Lautaro Martinez e Pjanic…”

Il tecnico del Barcellona ha commentato le dichiarazioni di Lionel Messi e affermato di voler allenare Neymar

A tutto Quique Setién.

Alcuni giorni fa Lionel Messi, durante un’intervista rilasciata ai microfoni di Sport, aveva clamorosamente affermato che il Barcellona, con il gioco mostrato nel corso dell’attuale stagione, non aveva possibilità di vincere la Champions League:

Quel che mi sembra è che il tecnico abbia male interpretato le mie parole o gli hanno spiegato male ciò che volevo dire. Ciò che ho detto è che giocando come abbiamo fatto nelle ultime partite prima dello stop non sarebbe stato sufficiente per vincere la Champions“.

Barcellona, Iniesta: “Con Messi potevamo vincere di più. Non dimenticherò mai il giorno del mio addio”

Oggi è arrivata la replica del tecnico dei blaugrana, Quique Setién, che ha risposto alle affermazioni della Pulga ai microfoni di beIN Sports: “Questo argomento ha generato un certo dibattito, ma io penso che sappiamo entrambi cosa vogliamo dire. Siamo tutti e due convinti che possiamo vincere la Champions League. Pensiamo ci siano diverse cose da migliorare, ma non c’è dubbio che entrambi siamo convinti che la squadra abbia il materiale umano per vincere in Spagna e in Europa”.

In seguito il Setién ha esposto il quadro dei giocatori attualmente infortunati: “Suarez non si è completamente ripreso, ma sta già lavorando con il gruppo. Praticamente fa tutto con i suoi compagni, ma evidentemente gli manca ancora la condizione. E anche un pizzico di fiducia. È stato fermo per molto tempo, ha subito una operazione. Abbiamo atteso due mesi aspettando i suoi progressi. Adesso fra tre settimane, o due o quattro, sarà migliorato. Sicuramente quando inizieremo a giocare lo vedremo in campo. Umtiti e Dembèlè? Li vedo recuperabili. È vero che ci sono dei momenti in cui una cosa segue l’altea. Successe anche a me. Prima, la frattura della tibia e del perone, poi il ginocchio. Sicuramente si riprenderanno e contribuiranno alla squadra“.

L’allenatore del Barcellona ha poi espresso i suoi desideri per il mercato in entrata, analizzando anche le possibili operazioni in uscita: “Mi piacerebbe allenare Neymar un giorno, stiamo parlando di un giocatore di livello straordinario, ho già realizzato il sogno di allenare Messi e sarei felice se venisse anche Neymar. Pjanic? Mi piacciono i calciatori forti e lui è un grande giocatore, ma lo sono anche gli altri che vengono accostati a noi. Ci sono 4 o 5 attaccanti che si possono adattare al centro dell’attacco del mio Barcellona e Lautaro Martinez è uno di quelliArthur ha detto che vuol restare, non sta a me parlare del futuro dei giocatori. Vidal è incredibile, trasmette sempre energia e positività e siamo molto contenti di lui. Conto su Rakitic, non so quanti minuti ha giocato ma confido nel suo aiuto. Ter Stegen è un grande portiere che si adatta perfettamente al nostro modo di intendere il gioco“.

Infine, sulla possibile ripresa della Liga: “Sono sicuro che la Liga finirà. Il campionato è una competizione in cui conta la regolarità e finché non sono state giocate tutte le partite non si può assegnare il titolo. È vero che abbiamo due punti di vantaggio, ma preferirei finire il campionato. Champions League? Per me ha maggior importanza alla Liga, ma riconosco che la Champions è speciale, soprattutto per una questione di prestigio. Sicuramente sarà una competizione più difficile perché un episodio può farti fuori“.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy