Ajax, Onana positivo a controllo antidoping: la UEFA lo squalifica per un anno. I dettagli

Il portiere dell’Ajax ed il club olandese presenteranno ricorso

Andre Onana è stato squalificato per un anno dalla UEFA per violazione delle regole antidoping.

A comunicarlo è stato l’Ajax attraverso una nota ufficiale diramata questa mattina sul proprio sito di riferimento. “Dopo un controllo ‘fuori dalle competizioni’ il 30 ottobre dello scorso anno, nelle urine del portiere è stata trovata la sostanza Furosemide. La sospensione è effettiva da oggi e si applica a tutte le attività calcistiche, sia nazionali che internazionali”. Inoltre, i Lancieri hanno spiegato che “la mattina del 30 ottobre, Onana non si sentiva bene” e per errore ha assunto “il Lasimac”, un farmaco usato dalla moglie.

L’organo disciplinare dell’UEFA ha compreso che Onana “non aveva intenzione di barare”. Ciò nonostante, ha ritenuto “sulla base delle norme antidoping applicabili, che un atleta abbia il dovere in ogni momento di garantire che nessuna sostanza vietata entri nel suo corpo”.

Il portiere dell’Ajax ed il club olandese presenteranno ricorso contro la decisione alla Corte di Arbitrato per lo Sport (CAS). “Ovviamente siamo per uno sport pulito. Questa è una terribile battuta d’arresto, per Andre stesso ma sicuramente anche per noi come società. Andre è un portiere di alto livello, che ha dimostrato il suo valore per l’Ajax per anni ed è molto popolare tra i tifosi. Avevamo sperato in una sospensione condizionale o in una sospensione molto più breve di questi dodici mesi, perché non era intesa a rafforzare il suo corpo e quindi a migliorare le sue prestazioni”, ha dichiarato l’ad Edwin van der Sar.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy