Curiosità, follia in Argentina: paura per “Wanchope” Abila, l’attaccante del Boca minacciato di morte

Curiosità, follia in Argentina: paura per “Wanchope” Abila, l’attaccante del Boca minacciato di morte

L’attaccante degli Xeneizes minacciato da alcune telefonate anonime che lo hanno costretto a rivolgersi alla polizia

Paura per l’attaccante argentino Ramòn “Wanchope” Abila.

Il centravanti del Boca Juniors la scorsa domenica ha ricevuto delle minacce di morte in seguito alla sconfitta subita dagli Xeneizes (2-0) nel Superclasico durante la gara d’andata della semifinale di Copa Libertadores.

Una chiamata davvero tenebrosa che ha impaurito il calciatore sudamericano, l’interlocutore infatti era a conoscenza di tutti i dati personali legati all’attaccante e alla famiglia. Dall’indirizzo di residenza personale a quello dell’ex compagna e della madre, dettagli che hanno gettato nel panico Abila che ha deciso di rivolgersi immediatamente alla polizia. Il fattore scatenante sarebbe arrivato dal fatto che durante la telefonata l’attaccante abbia anche ricevuto minacce di rapimento, per tale motivo si sono scatenate determinate reazioni. Il tutto potrebbe essere riconducibile alla sconfitta rimediata dal Boca nella semifinale d’andata di Copa Libertadores contro il River Plate. Il centravanti non ha inciso per nulla nella gara persa contro i cugini rivali e tra l’altro ha subito anche uno stop, adesso l’obiettivo è quello di recuperare entro il 22 ottobre (ritorno semifinale Copa) nonostante il pensiero negativo ricorrente.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy