Chelsea, Cahill bacchetta Sarri: “Pensava troppo alla tattica, Conte conosceva la squadra come le sue tasche”

Chelsea, Cahill bacchetta Sarri: “Pensava troppo alla tattica, Conte conosceva la squadra come le sue tasche”

L’ormai ex difensore del Chelsea ha messo a paragone l’esperienza sulla panchina del club londinese di Antonio Conte e di Maurizio Sarri

Gary Cahill tuona contro il suo ex tecnico, Maurizio Sarri.

Il difensore inglese non ha mai nascosto il suo rapporto più che travagliato con l’allenatore toscano che dal momento in cui arrivò a Londra lo mise in secondo piano. Il calciatore britannico da questa stagione si è trasferito al Crystal Palace salutando i Blues dopo ben sette stagioni da protagonista. Il possente centrale difensivo ha detto la sua in merito all’esperienza inglese dell’attuale allenatore della Juventus paragonandola a quella vissuta la stagione precedente da Antonio Conte. Le sue parole rilasciate al Daily Mail.

“Sarri era molto interessato alle sue tattiche, probabilmente troppo e io ho perso alcuni dei suoi consigli perché impegnato nei Mondiali. Ad essere onesto, a metà stagione la relazione era finita. È difficile avere rispetto per alcune delle sue scelte. Ma ne ho molto per il club e per i giocatori. È stato facile? No. È stata una delle cose mentalmente più difficili da affrontare? Al cento per cento. Sapevo nella mia testa che se avessi giocato quattro o cinque partite di fila, sarei tornato. È un’arroganza necessaria. Ma non ho mai avuto questa possibilità. Conte? Un grande allenatore. Conosceva quella formazione come le sue tasche e non c’era giocatore in campo che non sapesse quale fosse il suo ruolo. Altrimenti non giocavi. L’attenzione ai dettagli di Conte e Mourinho non calava mai. Hanno molta fiducia, un’arroganza in senso buono”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy