Botafogo, Honda di bontà: l’ex Milan rinuncia allo stipendio ed è pronto a sostenere il club

Botafogo, Honda di bontà: l’ex Milan rinuncia allo stipendio ed è pronto a sostenere il club

Il calciatore nipponico è sbarcato in Brasile a gennaio quando ha deciso di accettare l’offerta del club verdeoro diventando così il primo giapponese a giocare nel Brasileirão

Keisuke Honda dal cuore d’oro.

L’emergenza legata alla propagazione del Coronavirus ha sconvolto il mondo intero, il Brasile è stato uno dei paesi più colpiti dati alla mano. Nella Nazione sudamericana al momento, infatti, vi sono più di trecentomila contagiati con i morti che hanno superato le ventimila unità.

Il mondo del calcio è stato chiaramente sconvolto dalla pandemia, come d’altronde ogni tipo di attività, e riprendersi non sarà di certo uno scherzo viste in che condizioni versa il globo. In questi momenti servono personaggi positivi che possano dare una mano anche dal punto di vista economico, questo è il caso di Keisuke Honda. Il calciatore giapponese, attualmente in forza ai brasiliani del Botafogo, ha deciso di non percepire lo stipendio in un momento così complicato e si è proposto di risollevare le finanze del club. In merito alle azioni del calciatore nipponico si è espresso uno dei membri del Comitato direttivo della società, Carlos Augusto Montenegro, che ha rilasciato le seguenti dichiarazioni alla radio ufficiale del club.

“Fino ad oggi non lo abbiamo pagato, abbiamo i soldi e lo pagheremo in un altro modo. È un ragazzo diverso. Oltre ad aiutare un numero di persone, da marzo in poi ha deciso che non avrebbe più ricevuto il proprio stipendio finché tutto non tornerà alla normalità. Dice che sta seguendo i problemi del Brasile e del mondo e non si sentirebbe bene se ricevesse del denaro in un momento simile. Si è addirittura offerto di aiutare il club, qualora fosse necessario”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy