Zamparini annuncia: “De Zerbi resta, a Cagliari giocato bene. Contro il Milan possiamo vincere”

Zamparini annuncia: “De Zerbi resta, a Cagliari giocato bene. Contro il Milan possiamo vincere”

Il presidente del Palermo non esonererà il tecnico bresciano dopo il quarto ko consecutivo in campionato: “Quando rientreranno tutti gli infortunati, riusciremo a vincere… magari già contro il Milan”.

10 commenti

Fiducia in De Zerbi… fiducia a tempo indeterminato.

Questo è ciò che ha fatto trasparire per l’ennesima volta il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini. Oggi, più che mai, sembrava traballante la panchina del tecnico bresciano che ha collezionato quattro sconfitte di fila: le ultime due bruciano tanto poiché arrivate per mano di due squadre che, almeno alla vigilia, si pensava dovessero lottare fino all’ultima giornata per la salvezza. E, invece, il duello per evitare la retrocessione sembra essere appannaggio delle ultime quattro che vedete in questa classifica.

Classifica Serie A

Crotone, Palermo, Empoli e Pescara. De Zerbi è convinto di potersela giocare ampiamente con queste tre, ma ha chiesto pubblicamente tempo, perché per attuare il suo gioco e raccogliere i frutti sperati occorrerà aver pazienza.

De Zerbi post-Cagliari (integrale): “Se devo morire, muoio a modo mio. Zamparini? Gli sarò sempre riconoscente. E sull’esonero…”

Il patron Zamparini sembra volerlo accontentare: “De Zerbi non andrà via”, l’annuncio dell’imprenditore friulano al ‘Giornale di Sicilia‘. La stampa chiede al presidente dell’esonero e lui non ne vuole sapere: “Contro il Cagliari abbiamo giocato una buona partita”, aggiunge. Per Zamparini il turning-point della stagione (il momento di svolta) potrebbe essere ormai vicino. Sarà necessario attendere solamente una cosa: “Il rientro degli infortunati – dice Zamparini -. Quando torneranno ad essere tutti a disposizione, torneremo a vincere… magari già col Milan”. Quel Milan reduce da una vittoria sofferta in casa contro il Pescara e che, al momento, sembra essere tre, forse quattro, passi avanti rispetto al Palermo. Eppure Zamparini contempla l’ipotesi dei tre punti, che mancano ai rosanero dalla quinta giornata, da Atalanta-Palermo 0-1: era il 21 settembre e la sensazione è che si stesse voltando pagina. Nient’affatto, perché quella squadra si trova adesso al penultimo posto e con una certezza: De Zerbi continuerà. Lo ribadirà anche Daniele Faggiano quest’oggi in conferenza stampa (a partire dalle 14, live su Mediagol.it).

LEGGI ANCHE:

Zamparini incassa i ‘no’ di Reja e Mandorlini: solo Ballardini sarebbe disposto a tornare, ma…

10 commenti

10 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. nick - 1 mese fa

    a parte i discorsi sul bilancio che non si capisce come faccia a essere sempre in rosso visto che incassa solo e mezza serie a dovrebbe essere già fallito dico io come è possibile che sono anni che ci piglia regolarmente per il culo con fantomatici imprenditori stranieri??????????
    il bello è che ancora la gente abbocca
    a lui di portare il palermo a livelli competitivi non gliene frega nulla anzi se ci può guadagnare mandandolo in b problemi non se ne fa,sono anni che lo livella verso il basso ormai lottiamo sempre per non retrocedere e non per colpa del caso come vuole far credere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. pelide - 1 mese fa

    Essere tifosi è un conto…pecore è tutt’altra cosa. Credo sia arrivato il tempo di dare segnali forti. Non contestazioni…roba già cotta e stracotta. Ma solo silenzio….sano e doveroso distacco. Prima cosa niente stadio, niente più commenti sui social, occorre fare capire che siamo gente non merce commerciale. Che dietro un tifoso c’è una persona e una città. I sentimenti di affetto e partecipazione non devono essere barattati come merce su uno scaffale di un centro commerciale. Nessuno chiede o ha chiesto la luna. Ma serietà di progetto e di impegno. Si può sbagliare perchè uomini siamo, ma nascondere il “farabbuttismo” dietro regole di bilancio (tutte da discutere e verificare) è veramente da gente di poca etica. Niente lo lega a questa terra se non il proprio interesse (finchè era in gioco il centro comm.le) nessun legame affettivo con una terra e con la sua gente. Questo è il triste inevitabile risultato.
    Sveglia..gente…non siamo nessuno…siamo tanti…assordiamo questa società con il nostro…..SILENZIO……!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vincenzo palumbo - 1 mese fa

      pienamente d’accordo pelide

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Nuc - 1 mese fa

    Vuole retrocedete è chiaro! Quest’anno porta a compimento il progetto che gli è sfuggito lo scorso anno per colpa di Ballardini e i vecchietti cacciati via. Magari tornasse Balla e a gennaio si rinforzasse la squadra. UTOPIE CON QUESTO PADRONE!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. vincenzo palumbo - 1 mese fa

    rimane picchi un boli vianiri nuddu, cu na squatra ca pjiddissi puru a calcetto contro di noi, con il gas presidente non si soffre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. giano - 1 mese fa

    Mio malgrado, mi devo convincere purtroppo che Zamparini vuole fortemente la retrocessione. Trattenere, contro ogni logica, De Zerbi e Faggiano dimostra in modo solare questa decisione.
    Con la serie B ormai quasi certa, il Palermo agli occhi dei possibili acquirenti ovviamente si svaluta di molto. Ma a lui questo non interessa perché è ormai evidente che non vuole vendere la società per incassare il paracadute. Quindi addio serie A, addio Cinesi, addio potenziamento squadra, addio stadio, etc.
    Povero Palermo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. mistero - 1 mese fa

    Chiara l’ostinazione a continuare con De Zerbi figlia del desiderio di retrocedere. Nessuno, in passato, con Zamparini sarebbe sppravvissuto a 4 sconfitte di fila. Ma quale bel gioco avete visto? Io ho visto chiaramente 2 categorie di differenza tra Cagliari e Palermo cioé serie A e lega-pro. De Zerbi uomo giusto per la retrocessione!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. nick - 1 mese fa

    il signor mz dovrebbe spiegarci visto che incassa quanto e più di diritti tv oltre le numerose cessioni di squadre come chievo genoa torino atalanta che ormai per noi sono fuori serie come mai ogni anno ormai ci ritroviamo a giocarci la salvezza con piazze impresentabili rispetto alla nostra come pescara e crotone o carpi e frosinone lo scorso anno..il bello è che ci racconta che non lo meritiamo
    ps il film di allestire ogni anno squadra scarse e poi procedere con le barzellette sugli allenatori ormai ha stancato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Silipo - 1 mese fa

    Infatti, lo conferma perché non vuol venire nessuno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Cuore Rosanero - 1 mese fa

    Ennesima dimostrazione che questo è l’anno in cui MZ non fallirà e raggiungerà il suo tanto atteso obiettivo. Non spenderà nemmeno per ingaggiare altro allenatore e questo già la dice tutta, quando invece esonerò Iachini nonostante la vittoria col Chievo…….mah

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy