Palermo, Paul Baccaglini-Marcello Carli: nuovo incontro a Padova, si può chiudere se…

Palermo, Paul Baccaglini-Marcello Carli: nuovo incontro a Padova, si può chiudere se…

Dopo il rifiuto ufficiale di Mauro Meluso, adesso il candidato numero uno a sedere sulla poltrona di ds del Palermo è Marcello Carli. A breve il terzo confronto con Paul Baccaglini: si può chiudere solo se…

Commenta per primo!

Mauro Meluso ha detto di no. Non sarà lui il nuovo direttore sportivo del Palermo.

Il dirigente ex Cosenza rimarrà al Lecce nonostante le avances ripetute da parte di Maurizio Zamparini e del suo consulente personale Gianni Di Marzio. Per i due, Meluso avrebbe rappresentato il principale candidato a sedere sulla poltrona di ds del club rosanero. Certo, a quel punto, una volta ottenuto il sì di Meluso, sarebbe dovuto arrivare l’ok anche da parte di Paul Baccaglini che rimane ad oggi presidente, ma non proprietario, della società di viale del Fante.

I 100 giorni di Paul Baccaglini: cos’è davvero cambiato da quel 6 marzo a Palermo?

Paul Baccaglini che, dal canton suo, ha un altro profilo per la figura di uomo mercato: è quella di Marcello Carli, già incontrato un paio di volte a Padova per discutere della sua situazione. Carli ha già terminato il rapporto di lavoro con l’Empoli, una delle tre squadre – insieme al Palermo – retrocesse quest’anno dalla A alla Serie B.

Marcello Carli: “Palermo? Ho parlato con Baccaglini, potrei rimanere fermo. I loro problemi…”

E gli incontri tra il dirigente toscano e Baccaglini diventeranno a breve tre. Sì, in giornata – come riferito da Alfredo Pedullà – l’ex inviato de Le Iene incontrerà a Padova l’ex dg dell’Empoli: potrebbe essere il confronto decisivo tra i due, anzi tra i tre, perché al summit sarà presente anche un rappresentate di Maurizio Zamparini.

Sul tavolo delle trattative, una richiesta in particolare da parte di Marcello Carli: che Zamparini non abbia influenza alcuna sulle decisioni che lo stesso Carli prenderà in sede di mercato. Ad oggi, però, l’imprenditore friulano rimane proprietario al 100% delle quote del club di viale del Fante e, prima di ogni scelta ufficiale, il suo parere deve essere condiviso con quello di Baccaglini. Sempre in attesa del famigerato closing dell’affare per il passaggio di proprietà.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy