Palermo in Serie C, Orlando: “Calcio viziato da un evidente conflitto di interessi, chiedo l’intervento del governo”

Palermo in Serie C, Orlando: “Calcio viziato da un evidente conflitto di interessi, chiedo l’intervento del governo”

Il primo cittadino palermitano sbotta: “Playoff? Farli giocare è inaccettabile, mette tutti davanti al fatto compiuto, va a cristallizzare una situazione che deve esaurire l’iter giudiziario”

Battaglia legale.

La sentenza del TFN ha ha sancito la retrocessione in Serie C del Palermo, con la consegue scelta del Consiglio direttivo della Lega B di rendere immediatamente esecutiva la decisione presa della giustizia sportiva. Ieri, inoltre, la Corte Federale d’Appello ha respinto la richiesta del club rosanero di far slittare i playoff. Intervistato da La Gazzetta dello Sport, il sindaco del capoluogo siciliano, Leoluca Orlando ha espresso il suo parere in merito alla vicenda: “Siamo di fronte ad un sistema degli organi giudicanti del calcio viziato da un evidente conflitto di interessi. Resto in attesa di conoscere se esistono e quali sono gli annunciati provvedimenti del governo nazionale per evitare che la città e lo sport a Palermo subiscano quello che non può che definirsi uno scippo – dice Orlando -. Hanno confermato che siamo in presenza di una normativa inadeguata. L’anno scorso, mi pare si è atteso il secondo grado di giudizio“.

Palermo in Serie C, la mossa dei legali: nella notte presentato ricorso al collegio di garanzia del Coni. I dettagli

Il primo cittadino palermitano non ha dubbi sul fatto che i playoff vadano sospesi e lancia un appello al governo nazionale: “In via cautelare, andavano sospesi. Farli giocare è inaccettabile, mette tutti davanti al fatto compiuto, va a cristallizzare una situazione che deve esaurire l’iter giudiziario. C’è un’oggettiva ingiustizia. Chiedo l’intervento d’urgenza da parte del governo nazionale che adotti un decreto che preveda, in casi come questo, la nomina di un commissario, è previsto in casi di mafia e di fallimento, per separare la responsabilità amministrativa dalla squadra. Un commissariamento per il tempo necessario a definire la situazione“.

Palermo in Serie C, i legali del club: “Pena abnorme”. Giovedì il secondo round

Palermo, Giammarva passa al contrattacco: “La Covisoc non trovò alcuna irregolarità”. I dissidi con la De Angeli…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy