Caso YW&F Global Limited. MilanoFinanza: “Registrata in Delaware nel 2006”, ma…

Caso YW&F Global Limited. MilanoFinanza: “Registrata in Delaware nel 2006”, ma…

Sarà la YW&F Global Limited ad acquisire il 100% delle azioni del Palermo Calcio. Per MilanoFinanza “la società è stata registrata in Delaware nel 2006, sede legale in Trolley Square a Wilmington”, ma è un caso di omonimia.

Commenta per primo!

Il Palermo Calcio si prepara a cambiar pelle. Dopo le dimissioni annunciate da parte di Maurizio Zamparini e l’insediamento di Paul Baccaglini, l’ambiente rosanero continuava (e in realtà continua) a nutrire perplessità sul reale passaggio di consegne.

Incertezze e dubbi sono stati tuttavia, seppur parzialmente, dissipati dalla stessa ex Iena nella giornata di ieri. Il 19 aprile 2017 avrebbe dovuto indicare il nome della società che si sarebbe impegnata a rilevare il club di viale del Fante: una prima tappa che precedesse il trasferimento in tutto e per tutto delle quote rosanero alla nuova proprietà. E, alle 9,00 di ieri mattina, ecco il primo annuncio.

CLOSING PALERMO, BACCAGLINI: “YW&F Global Limited acquisirà il 100% della società rosanero”

YW&F Global Limited. Un nome che è riuscito a convincere pochi fedeli rosanero (la maggior parte della tifoseria rimane perplessa), ma è pur sempre un nome. A quali cognomi corrispondano YW&F ancora non è dato sapere. Secondo MilanoFinanza, si tratterebbe di una società registrata in Delaware, stato degli USAnumero uno per gli affari“, nel primo giugno 2006, ed è una llc, vale a dire una limited liability company, una società a responsabilità limitata (sede legale in Trolley Square a Wilmington), ma non è altro che un caso di omonimia. Come comunicato dal club rosa, infatti, l’YW&F Global Limited sarebbe stata registrata solamente di recente (non di certo nel 2006) a Londra, Inghilterra.

Il Palermo alla YW&F Global Limited, i tifosi: “Poca chiarezza” vs “Tranquilli, è la prassi” (COMMENTA)

Informazioni di base, queste, a cui dovranno seguire quelle di provvidenziale importanza per mettere in piedi un’operazione milionaria come quella che riguarda il Palermo Calcio. Perché, parafrasando il pensiero espresso più volte da Baccaglini, se per il Gruppo Zamparini è in atto una riorganizzazione (“verranno effettuate delle operazioni sugli asset che Zamparini ha costruito nel corso degli anni che possono a cascata ricrearsi e reinventarsi in forme più auto-sostenibili e anche produrre utili importanti“), il discorso relativo al Palermo Calcio sembrerebbe essere totalmente slegato. Il progetto è più serio e occorreranno fondi su fondi, specialmente per fronteggiare spese non indifferenti: l’anno prossimo nelle casse societarie non entreranno i milioni (circa 40) dei diritti tv di Serie A

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy