Il calciomercato nelle mani di Corini: quello che deve fare il tecnico per sbloccare trattative importanti

Il calciomercato nelle mani di Corini: quello che deve fare il tecnico per sbloccare trattative importanti

Il Palermo prepara la sfida decisiva con l’Empoli. Se il Palermo vuole puntare a convincere giocatori di spessore ha bisogno di un risultato positivo.

4 commenti

Quanto può pesare sull’economia di una stagione una singola partita?

Domenica al Castellani, nel match tra Empoli e Palermo, ci saranno soltanto tre punti in palio, la matematica parla chiaro, eppure pesano come fossero 10 per i rosanero. Non è la classica frase fatta, non è una delle 20 finali che attendono la squadra di Corini da qui alla fine del campionato, ma è davvero lo snodo cruciale di tutta la stagione. Non c’è solo un discorso puramente quantitativo a fare la differenza. E’ vero che dovesse perdere il Palermo andrebbe a 7 punti dalla salvezza, ma con le altre che vanno a passo di lumaca l’aritmetica dice che in due-tre partite ci si potrebbe comunque rimettere in scia. Il vero problema sorgerebbe lontano dal campo.

Sky Sport, calciomercato Palermo: i rosa non mollano Ranocchia, ma ora c’è anche il Sassuolo

E’ appena cominciata la sessione invernale del calciomercato e i rosanero hanno bisogno di rinforzi importanti e già pronti per fare la differenza. Un discorso che a parole il presidente Zamparini sostiene di aver perfettamente compreso, ma che difficilmente potrà essere messo in pratica con un Palermo troppo lontano dalla salvezza.

Calciomercato Palermo: il Torino vuole Goldaniga, può proporre uno tra Martinez, Maxi Lopez e Obi

Con tutta la buona volontà è difficile immaginare che un giocatore importante del nostro campionato, magari stanco della panchina in una buona squadra, si dica disponibile ad approdare in un club che dista 4 o addirittura 7 punti dalla salvezza. Obiettivi come Ranocchia sembrano quasi irraggiungibili soprattutto per questo motivo. Spostare giocatori che stanno facendo bene a stagione in corso è sempre complicatissimo, molto più facile corteggiare quei pochi buoni elementi che trovano poco spazio. La concorrenza è tanta e agguerrita, come dimostra l’affare Bovo su cui il Pescara ha avuto la meglio, per questo una classifica migliore diventa fondamentale. Un buon risultato ad Empoli aiuterebbe anche il mercato perché invoglierebbe i giocatori oggetto delle attenzioni del club rosanero a provare un’esperienza complicata ma non disperata.

Il calciomercato doveva aiutare Corini a vincere le prossime partite, ma da questi primi giorni di trattative si ricava la sensazione che sia il tecnico rosanero a dover vincere per salvare il calciomercato del club.

Calciomercato Palermo: prime idee per il dopo-Quaison. Stefan Silva in pole, ma spunta Boumediene

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Crazyhorse - 3 mesi fa

    Questo è ridicolo!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mario Proietto - 3 mesi fa

    Metodo ranocchia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. nick - 3 mesi fa

    qui l’unica cosa che si ricava da questi primi giorni di trattative è che come al solito il friulano è un venditore di fumo e si fa beffe dei tifosi
    prenderemo giocatori pronti
    bovo no stendardo no andreolli non ne parliamo..e poi leggo che stanno trattando altri mediocri stranieri tanto per cambiare
    corini mi spiace dirlo ma è un altro parafulmine,lo ha preso solo per tenersi buona la piazza ma nella testa del friulano conta quanto il 2 di mazze quando la briscola è spade
    il mercato se lo gestirà lui come al solito col suo compare slavo
    ps leggo di ranocchia e mi viene da ridere…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Linus Larrabee - 3 mesi fa

    In questo commento vi focalizzate sui “migliori giocatori della Serie A”, ma non è quello il punto: Pescara e Crotone, che stanno messe peggio di noi in classifica, riescono a chiudere trattative con buoni giocatori (italiani) che rinforzino l’organico, noi nemmeno questo.
    Si gettano nomi di giocatori irraggiungibili (metodo Balotelli), giusto per far credere di star facendo qualcosa, ma in fun de’ conti non si vuole o non si può spendere

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy