Cessione Palermo: sprint Follieri, Treacy incontra la cordata americana. Due vie d’uscita per i rosa, i dettagli

Cessione Palermo: sprint Follieri, Treacy incontra la cordata americana. Due vie d’uscita per i rosa, i dettagli

Non solo il foggiano nella corsa all’acquisizione del Palermo: lui parla con Facile, Treacy tratta con gli americani. La situazione

Una corsa contro il tempo.

I prossimi giorni saranno di fondamentale importanza in casa rosanero, la compagine di Roberto Stellone è volata a Roma in vista della partita di Perugia contro gli uomini di Nesta anche per tenere lontana la testa ed i pensieri sull’intricata questione societaria. Le sorti del club siciliano infatti, tra scadenze da rispettare ed una nuova possibile cessione societaria, si decideranno nelle prossime ore a Milano. Se Raffaello Follieri, imprenditore foggiano che negli ultimi giorni ha intavolato le trattative per l’acquisizione del pacchetto azionario, è arrivato a Palermo nella giornata di ieri, Maurizio Zamparini invece si muove a distanza contro gli inglesi. La diffida da parte dell’ormai ex patron è partita, servono garanzie per continuare con la stessa proprietà. L’imprenditore friulano è pronto a trascinare gli inglesi in Tribunale per invalidare il passaggio di proprietà, ma in casa Palermo sembra muoversi qualcosa.

Caos Palermo, al “Barbera” striscione contro Zamparini e il nuovo AD Facile: “Andate via…”

Sullo sfondo di quella che potrebbe trasformarsi in un tragedia rosanero, va infatti in scena una corsa a due per l’immediata acquisizione del club di viale del Fante. Il citato Follieri ha incontrato l’amministratore delegato Emanuele Facile, l’arrivo nel capoluogo siciliano del foggiano lascia ben sperare e il patto di riservatezza ha negato ieri allo stesso Follieri di rispondere ad alcune domande poste dai giornalisti fuori dall’Hotel Wagner dove alloggiava. Secondo quanto riportato dall’edizione odierna de Il Giornale di Sicilia, c’è un’intesa di massima tra le parti che però, ad oggi, non si è tradotta in un contratto vero e proprio. I contatti proseguiranno nelle prossime ore, faranno seguito a quanto accaduto settimana scorsa a Milano per cercare lo sprint vincente entro il 15, data nella quale i rosanero dovranno mettere mano al portafogli per pagare gli stipendi dei tesserati.

Palermo, parla Follieri: “La nostra proposta seria, vogliamo concludere l’acquisizione. Ai tifosi dico che…”

La discesa a Palermo di Follieri, però, non è sinonimo di pole position. Infatti, secondo quanto riportato dal quotidiano regionale, se da una parte c’è il foggiano che ha fatto irruzione in città col suo team di legali per parlare con il referente Facile, dall’altro lato c’è la cordata americana che ha deciso di avviare i colloqui direttamente con la capogruppo quotata in Borsa e rappresentata da John Treacy.

Stando a quanto filtra da soggetti vicini a Sport Capital Group, i potenziali investitori statunitensi hanno contattato John Treacy (dimessosi dal consiglio di amministrazione del Palermo, ma sempre in carica nella società madre) che a sua volta ha avviato la trattativa con chi è a capo della compagnia. Ne viene fuori che questo aspirante acquirente ha solide basi sul piano finanziario e sta procedendo senza intoppi nella trattativa con gli inglesi, ai quali hanno chiesto di poter prendere visione della situazione societaria in ogni minimo dettaglio. Questo per capire realmente quanto vada investito nell’immediato e nel prossimo futuro, perché è evidente che la situazione rispetto a qualche mese fa abbia subito qualche scossone“.

Curiosità: il Palermo Calcio in vendita su un sito d’annunci… “Rateizzazione o permuta con Fiat 500”

Quella che sembra profilarsi è proprio una doppia via d’uscita per gli inglesi, con Follieri da una parte e gli americani dall’altra pronti a darsi battaglia per acquisire il Palermo Calcio. Agli inglesi è arrivato un messaggio chiaro: non sono ammessi tentativi di fare plusvalenza dopo aver preso la società a 10 euro. Un chiaro invito a farsi da parte.

Caos Palermo, le preoccupazioni di Balata: “Seguiamo la vicenda con attenzione, aspettiamo sviluppi…”

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. tifosodalontano - 2 mesi fa

    Tutti in corsa! Possibile che non esista un organo proposto a vigilare si una compravendita di tale dimensione?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy