Cessione Palermo, S. Tuttolomondo: “Tutto su Arkus Network e capitale sociale. Entro il 3 giugno…”

Cessione Palermo, S. Tuttolomondo: “Tutto su Arkus Network e capitale sociale. Entro il 3 giugno…”

Le dichiarazioni live rilasciate in conferenza stampa da Salvatore Tuttolomondo, rappresentante di Arkus Network

Lo scorso mercoledì lo sbarco in Sicilia in attesa del closing, venerdì la firma e l’ufficialità: il Palermo Calcio è passato nelle mani di Arkus Network, società italiana capitana che si occupa principalmente di turismo e settore alberghiero.

Di seguito, le dichiarazioni rilasciate nel corso della conferenza stampa di presentazione presso il Mondello Palace Hotel dal rappresentante della Arkus Salvatore Tuttolomondo.

“Struttura gruppo Arkus? Si tratta di una holding di partecipazione e di investimenti nel turismo, ma abbiamo anche attività che si espandono in altri settori. Sono stato preso nel dicembre 2018 alla situazione legata al Palermo. Prevediamo che entro il 2020 la tendenza del nostro fatturato ci porterà a raggiungere nel turismo 200 milioni di euro – ha spiegato -. Parliamo di un’operazione finanziaria, noi siamo la parte più ingombrante ma ricordiamo che ci sono diversi soci minoritari. Siamo grati anche a loro se siamo qui, il nostro progetto è Made in Italy e credo che siamo gli unici ad avere un progetto imprenditoriale. Siamo un gruppo imprenditoriale alla terza generazione, tutto questo è anche un atto di omaggio a mio padre. Sono pronto a confrontarmi, questo è un progetto collettivo. Il piano industriale è legato all’accordo di closing, il 3 maggio abbiamo sottoscritto il capitale sociale e versato 1,2 milioni di euro. Entro il 3 giugno ci siamo impegnati a ripianare tutti i debiti e sono altri 4 milioni circa, che uniti a quelli precedenti sommano 5 milioni. Ripianteremo tutti i debiti tributari del Palermo Calcio, metteremo con le nostre forze senza terzi investitori una somma che arriverà al totale di 10 milioni dunque”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy