Udinese, Marino tuona: “In Bundesliga c’è stata una carneficina. Ripresa il 13 giugno? Una follia”

Udinese, Marino tuona: “In Bundesliga c’è stata una carneficina. Ripresa il 13 giugno? Una follia”

Il responsabile dell’area tecnica dei friulani interviene dopo le polemiche legate alla lettera inviata dal presidente Pozzo al Ministro dello Sport Spadafora

“L’Udinese vuole riprendere il campionato, ma in massima sicurezza per gli atleti e tutte le componenti che ruotano attorno alla squadra”.

A dirlo è Pierpaolo Marino, responsabile dell’area tecnica dei friulani, intervenuto a seguito della polemica legata alla lettera inviata dal patron bianconero Pozzo al ministro dello Sport Spadafora in merito alle condizioni di sicurezza della ripresa degli allenamenti.

“Ricominciare il 13 giugno – ammette Spadafora ai microfoni di “RadioUno” –  potrebbe creare una problematica. Si riprenderebbe dopo solo 4 settimane di allenamento, e neanche pienamente efficiente. C’è un rischio di infortuni incredibile. In Bundesliga già al primo turno c’è stata una carneficina e hanno fatto sette settimane di allenamenti prima di riprendere. Sarebbe una follia ricominciare il 13 giugno”.

Infine, Marino, analizza la questione legata ai contratti in scadenza al 30 giugno: “E’ una situazione molto complicata, Uefa e Fifa possono dare tutte le indicazioni che vogliono ma basta una causa per creare subbuglio. Non dimentichiamo il caso Bosman, che nonostante i regolamenti stravolse il calcio. Ci sarà anche questo nodo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy