Juventus-Udinese, De Paul: “Dybala incredibile, lo conosco da quando giocava a Palermo. Cancelo…”

Juventus-Udinese, De Paul: “Dybala incredibile, lo conosco da quando giocava a Palermo. Cancelo…”

Le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dall’ala sinistra dell’Udinese in vista della sfida contro la Juventus

Parola a Rodrigo De Paul.

Il talentuoso esterno offensivo di proprietà dell’Udinese è stato intervistato ai microfoni del ‘Corriere di Torino’ in vista della sfida contro la Juventus, in programma alle ore 20.30 all’Allianz Stadium, valida per la ventisettesima giornata del campionato di Serie A. Diversi sono stati i temi trattati dal classe ’94, tra questi anche il suo rapporto con il numero 10 bianconero Paulo Dybala, che questa sera con ogni probabilità scenderà in campo dal primo minuto.

“Dybala? Io e Paulo ci sentiamo spesso, è un bravo ragazzo e siamo amici. E poi è un giocatore incredibile. Ci conosciamo da tanto, da quando lui era al Palermo. Magari non riusciamo a vederci spesso per via del lavoro, ma gli voglio bene. Giocare con lui è bellissimo, ha una qualità di gioco straordinaria e rende tutto più facile, fa giocare meglio tutta la squadra. Cancelo? Quando è arrivato al Valencia tutti in squadra abbiamo visto la sua tecnica, soprattutto nell’uno contro uno, e sapevamo che sarebbe potuto arrivare a giocare in una squadra come la Juventus, ha delle qualità eccezionali. Stavamo sempre insieme, lui è un tipo un po’ permaloso e io scherzavo sempre con lui, chiaramente perché so che gli dava fastidio”, sono state le sue parole.

“Secondo me nel calcio moderno non puoi pensare di poter giocare bene solo in un ruolo, devi poter occupare diverse zone, essere versatile, adattarti in base a come leggi la partita. È importante mettersi sempre a disposizione dell’allenatore, lui ha il senso d’insieme della squadra. Paulo è un giocatore incredibile, che gioca bene in qualunque ruolo lo si faccia giocare, straordinario”, ha concluso De Paul.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy