calciomercato

Calciomercato Torino, è rebus Belotti: dall’offerta di Cairo alle opzioni per gennaio

Calciomercato Torino, è rebus Belotti: dall’offerta di Cairo alle opzioni per gennaio

Il futuro di Andrea Belotti al Torino è sempre più incerto, mentre continuano le voci di calciomercato che lo vedrebbero lontano dal capoluogo piemontese

⚽️

Andrea Belotti e il Torino sembrano destinati a prendere strade diverse. Dopo ben sei stagioni sportive al fianco dei colori granata in Serie A, il Gallo sembra pronto a dire addio alla maglia con la quale si è definitivamente consacrato ad alti livelli. Le due stagioni di affermazione dal 2013 al 2015 tra le fila del Palermo, sono state il trampolino di lancio perfetto per l'attaccante scuola Albinoleffe. Ben 16 le reti siglate con la casacca rosanero che convinsero il numero uno del Torino Urbano Cairo a spendere 10 milioni di euro -  bonus compresi - per portare il classe '93 alla corte granata.

Tra alti e bassi della compagine piemontese, Belotti si è sempre contraddistinto per leadership, carattere agonistico e capacità tecniche estremamente elevate sotto porta. Caratteristiche affinate in maniera esemplare dal numero 9, rimasto però sempre all'interno della sua comfort zone targata granata. In un futuro ormai non troppo lontano, la storia sembra destinata ad un colpo di scena.

L'OFFERTA DI CAIRO E L'ADDIO SFUMATO

4,5 i milioni stagionali offerti da Cairo per il rinnovo contrattuale del capitano, con quest'ultimo che - già dalla scorsa finestra estiva di calciomercato - aveva espresso la volontà di voler cambiare aria. Una decisione non ancora comunicata ufficialmente, con Belotti che non entra in campo a servizio della squadra di Ivan Juric dalla prima giornata di Serie A contro la Fiorentina, nella quale il Gallo è rimasto vittima di una forte contusione che lo ha costretto ad un maxi recupero non ancora del tutto ultimato.

Il permanente silenzio sulla proposta messa sul tavolo dal club è ormai la posizione stantia dell'ex Palermo e del suo entourage da un paio di mesi, con l'accordo per la permanenza del giocatore che sembra essere sempre più lontano. In estate diversi erano stati gli interessi di mercato nei confronti di Belotti, anche provenienti dall'estero. Lo Zenit aveva provato a portarlo in Russia, senza ottenere però particolare gradimento da parte dello stesso giocatore, mentre invece l'Inter era stata la franchigia italiana dimostratasi più vogliosa di intavolare un affare negli ultimi giorni di calciomercato. Tuttavia, i nerazzurri hanno poi dato seguito all'acquisto di Correa - prima scelta tecnica di Simone Inzaghi per affiancare Dzeko -, con Belotti rimasto fino al termine della sessione estiva delle trattative senza avere a concreta portata una nuova destinazione.

LA CESSIONE A GENNAIO O IL PARAMETRO ZERO

Le strade percorribili per sciogliere il bandolo della matassa - ammesso che Belotti non decida di rinnovare il suo contratto - sembrerebbero al momento due. La prima, porterebbe ad un'eventuale addio al Torino a gennaio, con Cairo che cercherebbe di intascare il più possibile dalla cessione di un calciatore in scadenza per giugno 2022. L'altra ipotesi, invece, vorrebbe un addio del Gallo a parametro zero proprio al termine della stagione corrente, arrivando dunque al termine del contratto e lasciando così il Toro, potendosi inoltre accordare con un club già dalla finestra invernale.

Quest'ultima strada sembrerebbe essere la più gradita a Belotti, ancora voglioso di giocarsi le proprie chance sotto la guida di Ivan Juric. Una decisione questa che, eventualmente, andrebbe sostenuta anche dal tecnico granata e dalla stessa società, consapevole della filosofia dell'allenatore ex Verona di non voler valorizzare calciatori già destinati all'addio. Una telenovela che dura ormai da diversi mesi e che non vuole trovare il lieto fine, con Belotti ancora out e la sensazione sempre più tangibile che non voglia più far parte dei piani tecnici del Torino.

tutte le notizie di