Udinese-SPAL, Gotti: “Dobbiamo avere più autostima, perdere sarebbe stata una beffa”. E sul suo erede…

Udinese-SPAL, Gotti: “Dobbiamo avere più autostima, perdere sarebbe stata una beffa”. E sul suo erede…

Le dichiarazioni rilasciate dal tecnico dei friulani Luca Gotti al termine di Udinese-SPAL

L’Udinese conquista un punto utile contro la SPAL.

Tra le mura amiche del ‘Friuli’, alla dodicesima giornata del campionato di Serie A, i bianconeri hanno rischiato di subire una sconfitta in extremis. Nel recupero, infatti, dopo un rigore concesso agli estensi, l’estremo difensore Musso ha ipnotizzato Petagna mantenendo il risultato sul pareggio. I friulani salgono così a quota 14 punti, a +5 sulla terzultima.

Serie A, 12a giornata: vince solo la Lazio, pareggio tra Sampdoria-Atalanta e Udinese-SPAL. Risultati e marcatori

Il tecnico dei bianconeri Luca Gotti, intervenuto ai microfoni di DAZN al termine del match, ha parlato di colui che lo sostituirà e ha commentato la prestazione dei suoi: “Zenga prossimo allenatore? Non ne ho la minima idea, sicuramente non sarò io. Tre punti sprecati? Secondo me nell’ottica dell’equilibrio che abbiamo cercato di mantenere abbiamo provato a vincere, senza concedere niente alla SPAL che è stata coraggiosa e ha provato a prendere punti sul nostro campo. Abbiamo avuto qualche occasione in più, perdere con un rigore nel recupero sarebbe stata una beffa. Questa squadra ha delle qualità, deve migliorare nell’autostima, dobbiamo riuscirci. Vincere aiuta a vincere, la continuità dei risultati sarebbe un tonico e sarebbe importante per far comprendere ai giocatori la loro qualità. Prolungare il contratto fino a giugno? Ho già chiarito la mia posizione. Non ho la presunzione di dire con chi vorrei lavorare, in ogni contesto lavorativo ognuno deve fare il proprio. C’è questa tendenza che ognuno faccia ciò che non gli compete, per questo a volte le cose vanno male”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy