LND, il presidente Sibilia: “Bene i 400 milioni promessi da Spadafora. Rischiamo di perdere il 30% dei club iscritti al campionato”

LND, il presidente Sibilia: “Bene i 400 milioni promessi da Spadafora. Rischiamo di perdere il 30% dei club iscritti al campionato”

Le parole del presidente della Lega Nazionale Dilettanti dopo l’intervista rilasciata dal Ministro dello Sport ai microfoni de ‘La Repubblica’

Parola a Cosimo Sibilia.

“Dal calcio di Serie A mi aspetto che le richieste siano accompagnate da una seria volontà di cambiamento: le grandi società vivono in una bolla, al di sopra delle loro possibilità, a partire dagli stipendi milionari dei calciatori. Devono capire che dopo questa crisi niente potrà essere più come prima. Intanto destinerò un piano straordinario di 400 milioni di euro allo sport di base, alle associazioni dilettantistiche sui territori, a un tessuto che, sono certo, sarà uno dei motori della rinascita”. Così il Ministro delle Sport, Vincenzo Spadafora, intervistato di recente ai microfoni de ‘La Repubblica’.

Coronavirus, Spadafora: “Riprendere il 3 maggio è irrealistico. Le squadre di Serie A vivono in una bolla, vi spiego”

Dichiarazioni che non sono certamente passate inosservate. “Prendo atto che in un’intervista il ministro Spadafora ha detto di voler destinare allo sport di base e alle associazioni dilettantistiche 400 milioni, sono contento e aspetto concrete elargizioni”. Lo ha detto il presidente della Lega Nazionale Dilettanti, ribadendo che l’emergenza Coronavirus sta producendo effetti “sul calcio di base, dilettantistico e giovanile e, secondo una stima dei nostri tecnici, potremmo perdere il 30% delle società iscritte ai nostri campionati”.

“Ci sono delle proposte che non costano nulla e le abbiamo inoltrate attraverso la FIGC: ad esempio su defiscalizzazione e la costruzione degli stadi, e ho chiesto la rivisitazione della Legge Melandri per quanto riguarda i contributi al calcio dilettantistico”. Infine, l’elogio alla Juventus, che nelle ultime ore ha raggiunto ed ufficializzato l’intesa con i propri tesserati per la riduzione degli stipendi di marzo, aprile, maggio e giugno 2020. “Prendo atto della tempestività con cui una grande società come la Juventus e i suoi giocatori hanno fatto quello che tutti si aspettavano, hanno dato un esempio”, ha concluso Sibilia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy