Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

GIUDICE SPORTIVO

Serie C, Giudice Sportivo: ammende per Avellino, Bari e Catania. Un turno a Braglia

Serie C, Giudice Sportivo: ammende per Avellino, Bari e Catania. Un turno a Braglia

Le decisioni del Giudice Sportivo di Serie C, dopo il diciassettesimo turno del campionato di Lega Pro 2021-2022

Mediagol (sc) ⚽️

Dopo il diciassettesimo turno del campionato di Serie C, sono state rese note le relative decisioni del Giudice Sportivo inerenti, diramate quest'oggi attraverso una nota ufficiale emessa attraverso i canali ufficiali della Lega Pro. Di seguito le decisioni inerenti l'ultimo turno di campionato.

"Il Giudice Sportivo Dott. Stefano Palazzi, assistito da Irene Papi e dal Rappresentante dell'A.I.A. Sig. Marco Ravaglioli nelle sedute del 6 e 7 Dicembre 2021ha adottato le deliberazioni che di seguito integralmente si riportano: " GARE DEL 4,5 E 6 DICEMBRE 2021 PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari:

SOCIETA' AMMENDA

€ 5000 AVELLINO -  A) per fatti contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza e per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori integranti pericolo per l’incolumità pubblica, consistiti: I - nell’avere, prima dell'inizio della partita, acceso e lanciato nel recinto di gioco, senza conseguenze, più di cinque bengala; II - nell'avere, prima dell’inizio della partita, acceso, lanciato e fatto esplodere, senza conseguenze, nel recinto di gioco otto petardi di elevata potenza; III - nell'avere, al 43°circa del secondo tempo, acceso, lanciato e fatto esplodere, senza conseguenze, nel recinto di gioco un petardo di elevata potenza;

B) per avere i suoi sostenitori, al 18°minuto circa del primo tempo, intonato ripetutamente cori offensivi e insultanti nei confronti dei tifosi avversari che, in applicazione dei principi enunciati dalla CGF a Sezioni Unite nella decisione pubblicata nel CU 179/CGF (2013/2014), emanata su ricorso del Frosinone Calcio, devono essere qualificati quali insulti beceri e di pessimo gusto, ma non idonei a porre in essere un comportamento discriminante. Ritenuta la continuazione, misura della sanzione in applicazione degli artt. 6, 13, comma 2, 25, comma 3, e 26 C.G.S., considerato che non si sono verificate conseguenze dannose (r.proc. fed., r.c.c.).

€ 1000 BARI  - per fatti contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza e per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori integranti pericolo per l’incolumità pubblica, consistiti nell'avere, al 41°minuto circa del secondo tempo e al fischio finale della partita, acceso, lanciato e fatto esplodere, senza conseguenze, nel recinto di gioco due petardi di elevata potenza. Ritenuta la continuazione, misura della sanzione in applicazione degli artt. 6, 13, comma 2, 25, comma 3, e 26 C.G.S., considerato che non si sono verificate conseguenze dannose e che la Società disputava la gara in trasferta (r.proc. fed., r.c.c.).

€ 500 CATANIA per fatti violenti e contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza commessi dai suoi sostenitori, consistiti nell’avere danneggiato i vetri di due finestre dei servizi igienici maschili. Misura della sanzione in applicazione degli artt. 6, 13, comma 2, e 26 C.G.S., valutate le modalità complessive dei fatti e considerato che la Società sanzionata disputava la gara in trasferta (r.proc. fed., r.c.c., obbligo di risarcimento se richiesto).

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER RECIDIVITA' IN AMMONIZIONE

(V INFR)

BRAGLIA PIERO (AVELLINO)

AMMONIZIONE (II INFR)

FILIPPI GIACOMO (PALERMO)

AMMONIZIONE CON DIFFIDA (IV INFR)

D’ERRICO ANDREA (BARI)

PUCINO RAFFAELE (BARI)"

 

 

tutte le notizie di