Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

le dichiarazioni

Paganese, Grassadonia: “Palermo? Match non impossibile, hanno punti deboli”

Paganese, Grassadonia: “Palermo? Match non impossibile, hanno punti deboli”

Le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal tecnico della Paganese alla vigilia della sfida contro il Palermo

Mediagol (nc) ⚽️

"Il Palermo si può insidiare sull'intensità e sull’attenzione, cercando di fare la partita". Lo ha detto Gianluca Grassadonia, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Palermo, in programma sabato 20 novembre, alle ore 14:30, allo Stadio "Renzo Barbera". Tra i temi trattati dal tecnico della Paganese anche il momento della sua squadra, reduce dalla sconfitta maturata contro la Fidelis Andria. Ma non solo... "Dobbiamo capire le qualità del Palermo e i punti deboli che anche loro hanno come tutte le squadre. Dobbiamo giocarci la partita ed entrare in campo col piglio giusto. Si pensava che la partita con l’Andria fosse facile e così non è stato. Allo stesso modo non è impossibile quella di Palermo: è un campionato molto equilibrato. La classifica dice che siamo in lotta verso il basso. Vivo il momento attuale della mia squadra e non posso che difenderla, anche a volte passando da co***ne. Questa squadra va difesa e aiutata, io sono convinto di questo. E' una squadra che sta dando tutto", le sue parole.

"Quando si ha una squadra giovane l'errore ci sta. A questa squadra manca un leader caratteriale, anche domani parliamo con otto assenze. E manca la malizia e un pizzico di qualità. L'unica volta che siamo riusciti a recuperare una partita andando sotto è quella di Bari e fatalità c'erano tutti i calciatori presenti. Poi il campionato dice che ogni volta che questa squadra ha subito gol non è riuscita a recuperare: manca la cattiveria agonistica e la malizia. Ma dal punto di vista dell'impegno non posso rimproverare nulla ai ragazzi. Siamo in un momento non facile, ma dobbiamo lottare ogni partita per fare risultato, sperando che quanto prima possano rientrare quei giocatori che possano alzare il livello. Difesa a tre o a quattro col Palermo? Io credo nei concetti, questa squadra lavora per poter far tutto. Non è una questione di modulo. E' una squadra che con il lavoro può far tutto. Schiavi e Piovaccari titolari? O ci sono o ci sono, viste le assenze. Partiranno dall'inizio entrambi. Da Piovaccari mi aspetto tanto e di più, deve darci la scossa. Quei minuti che giocherà dovrà dare il massimo e trascinarsi la squadra sulle spalle. Tissone è un leader tecnico, non caratteriale", ha concluso.

tutte le notizie di