Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

l'intervista

Lo Monaco: “Milinkovic un disadattato sociale. Fallimento Catania? Dolore pazzesco”

Lo Monaco: “Milinkovic un disadattato sociale. Fallimento Catania? Dolore pazzesco”

Le dichiarazioni di Pietro Lo Monaco, ex ds di Palermo e Catania, sul complicato momento vissuto dal club rossazzurro

Mediagol (gm) ⚽️

Carisma, personalità competenza. Personaggio autorevole, schietto, talvolta spigoloso. Pietro Lo Monaco ha scritto pagine significative in ambito dirigenziale nella storia del panorama calcistico nazionale. Il manager campano ha vinto soprattutto in Sicilia, sponda Catania, costruendo con il club etneo un percorso virtuoso sotto il profilo tecnico e gestionale. A ripercorrere la sua esperienza in rossazzurro, analizzando inoltre il complicatissimo momento vissuto dal Calcio Catania, è lo stesso dirigente originario di Torre Annunziata durante un'intervista concessa ai microfoni di "Tuttomercatoweb",

“Per me è un dolore pazzesco. Dieci anni fantastici ci hanno portato all’attenzione di tutto il mondo. Poi il ritorno per cercare di rimanere in piedi. Sono cose che hanno segnato un percorso. Oggi però il Catania, se le cose dovessero andare per il vero giusto avrebbe la possibilità di mantenere il titolo. Chi ci rimette è chi aveva delle pendenze. Ma sarebbe assurdo se non ci fosse qualcuno interessato a rilevarlo”.

Lo Monaco è poi tornato sulla vicenda legata a Milinkovic, che qualche mese fa aveva pubblicato degli screen che mostravano alcuni messaggi mandati sia al dirigente che al tecnico Capuano: “Parliamo di un tesserato per l’ACR Messina di cui faccio il consulente. È arrivato solo per svernare. Ha fatto la risoluzione, s’è portato via 15.400 euro. Pure i quattrocento euro della benzina. Ha dimostrato di essere un disadattato sociale. Ma a me non è mai arrivato nessun messaggio. L’ho letto quando è apparso sui giornali… e ho riso pensando a quanta stupidità alberghi nella testa di questo ragazzo. Uno risponde laddove ci si una cosa seria. Qui non c’era niente. È arrivato con il covid, appena arrivato è andato in Francia ed è tornato dopo quindici giorni… poi ha fatto la risoluzione di contratto. È un disadattato sociale, c’è poco da dire”.

tutte le notizie di