Serie A, Tavecchio: “Il campionato non lo tiene in piedi Sky. Serve un limite agli stranieri…”

Serie A, Tavecchio: “Il campionato non lo tiene in piedi Sky. Serve un limite agli stranieri…”

L’ex presidente della Figc ha analizzato l’attuale situazione del calcio italiano

Il periodo di crisi del calcio italiano sembra non avere una fine.

La mancata qualificazione ai Mondiali di Russia, è stata soltanto la frattura definitiva di un movimento che ormai da anni non riesce a rialzarsi, e certamente dopo le dimissioni di Carlo Tavecchio, l’assenza di un vero e proprio presidente non può che danneggiare ulteriormente la situazione. L’ex presidente della Figc non è tuttavia di questo avviso, e nel corso di un’intervista rilasciata ai microfoni di Tuttosport è intervenuto in difesa della Federazione: “Non condivido gli attacchi che sta ricevendo la FIGC. Il bilancio è di 170 milioni, 130 ricavati con mezzi propri, gli altri soldi provengono dal Coni. E poi ci sono i diritti tv. La Serie A non la tiene in piedi Sky, bensì la gente e i tifosi che pagano il canone. I fatti confermano la mia tesi e cioè che la federazione non aveva bisogno di un commissario“.

In seguito ha espresso la sua opinione in merito alle dichiarazioni del c.t. della Nazionale, Roberto Mancini, che aveva accusato i club della Serie A di non dare abbastanza spazio ai giovani italiani: “La Nazionale? Serve un limite agli stranieri, io avevo proposto a livello europeo un provvedimento che ponesse un limite di 5 per squadra. Ma niente. Se vogliamo cambiare qualcosa questa è la strada“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy