Serie A, l’analisi di Zeman: “La Juventus non ha una rivale. Napoli? Insigne e Mertens straripanti” E sulla Champions…

Serie A, l’analisi di Zeman: “La Juventus non ha una rivale. Napoli? Insigne e Mertens straripanti” E sulla Champions…

Le parole del tecnico boemo sul momento vissuto dalle italiane in campionato e in Champions League

Zdenek Zeman analizza il momento delle italiane in Champions League.

Il tecnico boemo, ai microfoni della trasmissione ‘Maracanà’ in onda su radio RMC Sport, ha parlato del periodo vissuto dalle big della nostra Serie A in Europa e in campionato.

INTER – “Brozovic come Pjanic? Hanno piedi un po’ diversi, ma il croato sta facendo un buon lavoro. Il Barcellona non sta vivendo un buon momento, senza Messi è un’altra squadra. L’Inter se la potrà giocare, dovrà metterla sul fisico”.

NAPOLI – “Insigne è cresciuto. In due anni con me ha fatto più di 20 gol a stagione ma nel Napoli non si è mai ripetuto. Lui però è uno che può arrivare sempre a questi numeri. Con Ancelotti sta facendo bene perché ha più compiti offensivi. Milik o Mertens? Preferisco i piccoli, quindi dico Insigne e Mertens, due che sanno giocare bene palla a terra”.

ROMA – “Le dichiarazioni di Sousa? Tutti vogliono venire a Roma, il problema è rimanerci. È una piazza importante anche ora che le cose non stanno andando come si pensava. Il problema per un allenatore è rimanerci tanto tempo sulla panchina della Roma. Il problema della squadra giallorossa è che ogni estate vende i pezzi più importanti. Quando fai così, devi dare tempi ai nuovi di inserirsi. Non è un fatto di qualità, ma di ambientamento al calcio italiano. Pastore è bravo, ma nel 4-3-3 è difficile collocarlo. Se lo metti come mezzo sinistro o mezzo destro a centrocampo fa fatica in fase difensiva. Schick? Non è un attaccante esterno, deve giocare nel mezzo ma lì c’è Dzeko”.

JUVENTUS – “Non c’è una vera rivale della Juventus in Serie A. Inter e Napoli stanno inseguendo, ma come accade da anni alla lunga i bianconeri non avranno problemi. Douglas Costa? mi ha impressionato fin da quando l’ho visto in Germania. Tecnicamente è molto bravo e potrebbe servire Ronaldo meglio di Mandzukic, che però fa un lavoro diverso a tutto campo”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy