Marotta, lo sfogo sulle ASL: “Iniquità che altera regolarità delle competizioni. Intervenga Spadafora”

Le parole dell’ad dell’Inter sul caso degli stop non uniformi della ASL relativo ai convocati dalle Nazionali

“C’è un forte rammarico: invoco l’intervento del ministero dello Sport. Questa situazione è iniqua, porta a un’alterazione della regolarita’ delle competizioni”.

Sono le parole dell’ad dell’Inter Beppe Marotta che, intervenuto ai microfoni dell’ANSA, si è espresso sul caso degli stop non uniformi della Asl relativo le convocazioni dalle nazionali. L’amministratore delegato nerazzurro ha infatti voluto mandare un chiaro messaggio a Spadafora dopo che a Roma una Asl ha fermato i convocati giallorossi, l’altra ha dato via libera ai laziali.

“E’ assurdo che le ASl si comportino in modo diverso da Roma 1 o Roma 2, o da Milano a Firenze – ha ammesso Marotta -. Fermo restando che ci sono i protocolli rigidi e che giustamente tutti dobbiamo rispettarli, c’è la zona d’ombra nella mancanza di centralià di questa gestione: e ogni Asl diventa centrale nella gestione dei club. Diventa ancor più di rilievo il mio allarme di qualche giorno fa, con la richiesta di ridurre gli impegni delle Nazionali”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy