Sassuolo, De Zerbi: “Voglio allenare divertendomi. Locatelli merita la chiamata dell’Italia”

Sassuolo, De Zerbi: “Voglio allenare divertendomi. Locatelli merita la chiamata dell’Italia”

Il tecnico del Sassuolo ha commentato il lavoro svolto fino a questo momento della stagione

Il report di Roberto De Zerbi.

Il Sassuolo, nonostante attualmente si ritrovi al tredicesimo posto in classifica, rimane ancora una delle squadre ad esprimere un gioco bello da vedere e spumeggiante, e con la straripante vittoria ottenuta contro la Roma nell’ultima giornata di Serie A ha dimostrato di poter ancora lottare per conquistare la zona alta della classifica.

Una stagione fatta di alti e bassi, dato che dimostra come i neroverdi non rinuncino a regalare grande spettacolo ai propri tifosi seppur a volte a discapito del risultato finale. A commentare l’attuale momento del Sassuolo è intervenuto il tecnico Roberto De Zerbi, che nel corso dell’evento “Amici dei Bambini” ha anche parlato di Manuel Locatelli, che sogna di essere convocato da Roberto Mancini per giocare gli Europei con la maglia dell’Italia.

Queste le sue dichiarazioni: “Locatelli? Spero vada in Nazionale. Lui ci pensa eccome. Interessa molto la crescita dei giovani, al Milan ho fatto una grande esperienza con i ragazzi e so quanto si può incidere sul loro percorso. Campionato? Non è una moda giocare in un certo modo, io voglio fare il mio lavoro divertendomi. C’è il vantaggio ma pure lo svantaggio. La qualità del calciatore in questo senso paga sempre e fa la differenza. Salto in una grande? Non so mai se uno si possa definire pronto. Alleno da sette anni, a quota 33 ero in B e non era facile. Adesso ne ho 37, bisogna comportarsi bene e proporre un’idea con coerenza“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy