Sampdoria, Ranieri: “Juventus? Non avrei escluso Dybala, Arthur e McKennie. Quagliarella a Euro 2021? Rispondo così”

Le dichiarazioni rilasciate dal tecnico della Sampdoria

Sampdoria

Parola a Claudio Ranieri.

Diversi sono stati i temi trattati dal tecnico della Sampdoria, intervenuto ai microfoni di Radio Anch’Io Sport, in onda su Radio 1: dal momento della sua squadra, reduce dal pareggio maturato contro il Milan di Stefano Pioli, alla scelta della Juventus di non convocare Weston McKennie, Paulo Dybala e Arthur. I tre calciatori bianconeri sono stati sorpresi dai Carabinieri alle 23.30 di mercoledì nella villa del centrocampista statunitense dove era in corso una festa (o una semplice cena) con una ventina di persone. Nonostante la zona rossa e le norme anti-Covid che vietano incontri di questo tipo.

“Se succedesse un episodio alla Samdporia come la cena/festa McKennie? Io scuso i giocatori della Juventus perché stanno sempre insieme. Sicuramente è sbagliato, ma io non li avrei esclusi – ha dichiarato Ranieri -. Sfiorata impresa col Milan? Sì, è stata una bella partita. Gagliarda. Siamo andati vicino a vincerla. Peccato aver giocato con l’uomo in meno alla fine. Cosa ho detto ad Adrien Silva dopo il rosso? Eh eh, cosa gli ho detto… Avevo detto a tutti gli ammoniti di non fare entrare ruvide. Dispiace che lui che è molto esperto è incappato in questo errore. Non dico di comprenderlo, ma bisogna accettarlo”.

QUAGLIARELLA – “Quagliarella il più sottovalutato di sempre? Ha numeri incredibili, certamente. Fabio è un vero capitano, un giocatore immenso. Quagliarella ha dimostrato ampiamente il suo valore anche a San Siro. Se può essere convocato all’Europeo? Questa decisione spetta a Mancini. Lui sa che tipo di gioco vuole per la squadra. Il fatto di averlo chiamato a 38 anni è una grande soddisfazione per Fabio. Se poi dovesse chiamarlo davvero sarebbe tanto bello per Quagliarella”, ha concluso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy