Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

ROMA

Roma, Totti: “Dybala? E’ un top-player, in finale Mourinho ha bisogno di lui”

totti
Le dichiarazioni rilasciate dall'ex capitano della Roma in vista della finale di Europa League contro il Siviglia.
Mediagol ⚽️

"Spero che Dybala possa riuscire a raggiungere la finale in buone condizioni, perché la Roma ha bisogno di lui per cercare di vincere il secondo trofeo europeo. È un top-player e può fare la differenza in qualsiasi momento. Si merita di giocare questa partita, è una partita secca e farà di tutto per esserci, quantomeno dalla panchina". Lo ha detto Francesco Totti, intervenuto ai microfoni della stampa a margine di uno degli eventi della Lega Serie A. Diversi i temi trattati dall'ex capitano della Roma a pochi giorni dalla finale di Europa League che vedrà protagoniste Roma e Siviglia. La sfida è in programma mercoledì 31 maggio, alle ore 21:00, alla Puskas Arena di Budapest.

LA FINALE -"Da romanista spero che la Roma possa vincere. È una partita secca, tutto può succedere ma spero che Mourinho possa vincere il suo secondo trofeo consecutivo. E se la Roma non dovesse vincere? Non sarebbe comunque una stagione fallimentare per la Roma. Perché se arrivi in finale, anche se poi la perdi, c’è il risultato di averla raggiunta. Poi naturalmente conta vincere e quello sarebbe un risultato importante. Come si batte il Siviglia? Bella domanda, non ci ho mai giocato contro e non so dirlo. Sa come gestire questa partita, arrivano molto più preparati perché hanno vinto più volte questa competizione, mentre per la Roma è solo la prima...", le sue parole.


DA MOURINHO AI FRIEDKIN -"Il possibile addio di Mourinho? Questo è il calcio, può succedere di tutto. È una decisione che spetta a lui, una decisione che lui e la società avranno già preso e comunicheranno alla fine dell’Europa League. Non so cosa ha scelto di fare il mister, ma mi auguro che possa restare alla Roma. Il silenzio dei Friedkin? Non posso entrare nelle dinamiche della società, se hanno preso questa strada del silenzio penso sia giusta e va rispettata. Da quando sono arrivati hanno intrapreso la scelta del silenzio. C’è chi parlava troppo e chi invece parla di meno", ha concluso Totti, come riportato dal "Corriere dello Sport".