Roma-Real Madrid, Di Francesco: “Questa è una squadra fragile. Infortunati? Contro l’Inter…”

Le parole del tecnico dei giallorossi in merito alla sconfitta subita contro i blancos

Continua il periodo negativo della Roma.

Nella quinta giornata dei gironi di Champions Leaguegiallorossi hanno ospitato tra le mura dello Stadio Olimpico il Real Madrid, non riuscendo ad evitare la sconfitta ma riuscendo comunque a conquistare la qualificazione agli ottavi di finale grazie alla vittoria del Viktoria Plzeň con il CSKA Mosca. I blancos hanno sfruttato le numerose disattenzioni difensive dei padroni di casa trovando il gol prima con Gareth Bale e poi con Lucas Vázquez, consolidando così il primo posto in classifica nel gruppo G.

Al termine della gara il tecnico del club capitolino, Eusebio Di Francesco, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport parlando della prestazione dei suoi uomini e chiarendo la situazione relativa ai numerosi calciatori infortunati come Edin Dzeko e Stephan El Shaarawy: “Oltre gli errori individuali, voglio sottolineare che siamo scesi in campo con tanti giocatori in meno. Questa è una squadra fragile, quando prendiamo gol perdiamo qualsiasi senso di gioco preparato. Abbiamo giocato contro una squadra superiore, però peccato perché abbiamo fatto bene con ragazzi come Zaniolo che l’anno scorso giocava con la Primavera. Dzeko, Pellegrini ed El Shaarawy non ci saranno contro l’Inter, sono assenze sicure. Alla fine, se guardiamo gli errori, sono arrivati da giocatori che giovani non sono come Fazio. Non carichiamo sui giovani, ma a volte nella loro voglia cadiamo in errori. E’ un peccato perché dopo aver preso il primo gol abbiamo concesso ripartenze su calcio d’angolo. Dobbiamo imparare a leggere meglio determinate situazioni, ogni volta paghiamo questi atteggiamenti. Come superare i cali? Domanda da 100 milioni. Ci ragioniamo, valutiamo con i ragazzi e non è facile. Sembra che a 30′ dalla fine già la partita sia finita, i ragazzi a volte non capiscono che le gare si vincono o pareggiano anche al 90′. Dobbiamo lavorare per migliorare, serve solo lavoro. Se oggi avessi avuto Dzeko avrebbe sicuramente giocato, la cosa brutta è che non l’avrò per non so quante altre partite. La gara era stata interpretata nel modo giusto, abbiamo rubato tanti palloni però abbiamo pagato l’inesperienza contro una squadra che ha una storia chiara ed importante in Champions League. Qualificazione? Non siamo mai contenti, vogliamo sempre qualcosa in più“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy