ESCLUSIVA: L’offerta di Baccaglini per comprare il Palermo: se salta una rata torna a Zamparini

La trattativa è andata avanti per mesi e l’affare è stato possibile grazie alla tenacia di Paul Baccaglini che con tatto ed educazione ha portato avanti uno scambio epistolare frequente con Maurizio Zamparini. Palermo valutato almeno 75 milioni.

Non si è arreso. Ha mirato l’obiettivo e l’ha portato avanti fino alla fine. La trattativa cominciata con l’italo-americano Frank Cascio è proseguita in modo autonomo dopo che l’ex assistente di Michael Jackson si è tirato indietro a settembre.

Così Paul Baccaglini è entrato nel cuore di Maurizio Zamparini, settimana dopo settimana, lettera dopo lettera. Uno scambio costante, sempre educato, chiaro. Baccaglini è andato subito al sodo e in modo molto onesto ha illustrato a Zamparini il suo business plan per acquistare il Palermo tramite Integritas Capital.

Come può rivelare Mediagol.it in esclusiva, gia a fine novembre 2016 l’intesa di massima era stata trovata sulla base di un’offerta da 75 milioni di euro che sarebbero entrati nelle tasche dell’ormai ex patron friulano per rilevare la società rosanero. Si è trattato poi di stabilire le modalità di pagamento e verificare le coperture.

zamparini_baccaglini3

L’accordo tra l’imprenditore e l’ex Iena è naturalmente top secret, e riguarda non soltanto l’U.S. Città di Palermo Spa ma anche altre aziende e altri affari legati al Gruppo Zamparini. Per quanto riguarda il club di viale del Fante, secondo le indiscrezioni raccolte da Mediagol le parti hanno parlato di una cifra cash divisa in almeno tre trance da saldare entro il 2017, più una quota extra valutata in almeno 20 milioni da Baccaglini da corrispondere con la cessione di una percentuale di azioni della proprietà del nuovo stadio, nodo questo fondamentale per la nuova cordata che punta tutto sulla costruzione del nuovo stadio e sul nuovo centro sportivo per riprendere l’investimento.

GUARDA IL VIDEO DELL’ARRIVO DI BACCAGLINI CON ZAMPARINI

E qui sorge il nodo più spinoso dell’affare perché, pur essendoci un progetto commissionato da Zamparini e realizzato dall’architetto Zavanella anni fa, questo non è mai stato autorizzato negli atti nel Comune di Palermo, e dunque per la costruzione è ad oggi necessario il via libera dell’amministrazione comunale, cosa ormai difficile da ottenere in tempi brevi con le elezioni alle porte (si voterà a Palermo tra fine maggio e i primi di giugno 2017) e con l’attuale sindaco, Leoluca Orlando, in scadenza di mandato.

Tra le garanzie richieste da Maurizio Zamparini, infine, c’è quella della certezza del pagamento: basterà saltare soltanto una rata per far tornare tutto nelle mani dell’imprenditore di Aiello del Friuli.

Paul Baccaglini e Thais Wiggers: la fotogallery dell’ex velina di Striscia la Notizia

16 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fabio Randazzo - 4 anni fa

    Zampa il notaio dove è? Basta mischiate vattene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Fabrizio Anello - 4 anni fa

    Palesemente una farsa !! Lo conosce tramite Cascio al quale non vende , ma vende a lui , senza nessuna trattativa che faccia pensare a una cosa seria ! Lui il Fanfaron Zamparini è ancora il possessore del Palermo……troppo chiaro !@

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Massimo Imburgia - 4 anni fa

    Bah… vedo che, a parte 2-3 persone, non ci crede nessuno. E d’altra parte non c’è nulla di credibile in questa storia che supera anche quella dell’arrivo a Palermo dei figuranti arabi che dicevano che al grattacielo di Dubai si pianificava un investimento di 150 milioni di euro… mi piacerebbe potere dire che stò sparando mnchte ma vedo molta cattiveria in Zamparini, uno che ama creare e distruggere, mi piacerebbe sapere a che scopo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Dario Mastrilli - 4 anni fa

    Salvatore Errante a rate u pigghio’!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Giorgio Raineri - 4 anni fa

    Ma voi ci credete davvero??… sono tutte cazzate con il botto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Antonio Mastrorilli - 4 anni fa

    Non mi piace c e qlcsa ke non va mi puzza……..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Salvatore Spataro - 4 anni fa

    È chiaro che è tutta una farsa!!!! 100%

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Rosario Martorana - 4 anni fa

    Nel Milan i cinese hanno sborsato già centinaia di milioni di euro, e ancora nessuno è entrato in società, fin quando non ci sara il closing, e questo ex iena già presidente senza aver sborsato un soldo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Walter Morana - 4 anni fa

      Hai letto l’articolo?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Rosario Martorana - 4 anni fa

      Si ho letto un articolo precedente si parlava di closing entro il 31 aprile, ora entro il 2017.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Michele Prosa - 4 anni fa

    Ma stasera dormono assieme nello stesso letto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Graziano Misseri - 4 anni fa

    Scusate se da novembre che si parla di cessione si potevano mettere d’accordo anche x salvare la squadra che sta precipitando in serie b con degli acquisti si finiva con dignità un’era …boooh

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Davide Giannici - 4 anni fa

    Mink, siamo fottuti!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Danilo Gariffo - 4 anni fa

    Ahahah…Nn ci libereremo mai di lui!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Gianmarco Liga - 4 anni fa

    Giusto, meglio tutelarci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Giorgio Lo Re - 4 anni fa

    Ecco il tranello per farlo fallire e non assumersi le responsabilità…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy