Casertana-Palermo 1-3: Lucca show al Pinto! La tripletta del bomber esalta i rosa, Cuppone firma il gol dei campani. Commento primo tempo

Match godivile tra Casertana e Palermo: la tripletta di Lucca fa volare i rosa ak termine del primo tempo

palermo

L’incognita legata al lungo stop forzato, figlio delle due gare rinviate causa Covid, la voglia di tornare a vincere e convincere, rilanciando le proprie ambizioni. Il Palermo di Giacomo Filippi vuole imboccare il sentiero maestro, destinazione playoff, con la ferma intenzione di stupire e giocarsi al meglio le proprie chances.

Il nuovo allenatore rosanero conia un lineare 3-4-2-1, sistema di gioco su cui ha lavorato alacremente e con massima cura dei dettagli nelle ultime settimane, al fine di esaltare peculiarità e attitudini dei calciatori a disposizione.

La Casertana di Guidi è compagine quadrata e temibile, diretta concorrente della formazione rosanero nella corsa alla conquista di un posto al sole nella zona nobile della graduatoria.

Pelagotti tra i pali, Accardi, Palazzi e Somma a comporre il terzetto difensivo, Almici e Valente esterni alti con Odjer e Luperini coppia di interni nel cuore del centrocampo. Santana e Floriano garantiscono fantasia, esperienza e qualità alle spalle del bomber, Lorenzo Lucca.

Proprio il classe 2000 conferisce, pronti via, il suo imprinting al match.

L’attaccante nativo di Moncalieri sciorina il pezzo forte del suo repertorio già dopo tre giri d’orologio: Floriano calibra un cross dalla destra e Lucca svetta imperiosamente, incornando in rete e firmando il vantaggio ospite.

Il Palermo mostra subito personalità, voglia ed intensità. Squadra alta, corta ed aggressiva, pressing organico e pronunciato sulla trequarti offensiva, circolazione della sfera ordinata e piuttosto fluida.

I campani non fanno in tempo a riordinare le idee che il Palermo infligge la seconda sberla agli avversari: Santana premia la sovrapposizione di Almici che pennella un cross al bacio per l’ennesimo terzo tempo di Lucca, implacabile nel punire l’indecisione fatale di Avella.

La Casertana prova a reagire  e confeziona un’interessante palla gol con Pacilli, la girata dell’attaccante campano è pregevole per esecuzione e coordinazione ma si perde di poco a lato alla destra di Pelagotti.

Palermo tonico e reattivo sulle ali del doppio vantaggio, l’ennesimo break in zona calda innesca la percussione di Valente che impegna Avella con un diagonale secco e preciso che il portiere di casa riesce a respingere.

Mezz’ora davvero convincente, per atteggiamento e contenuti tecnico-tattici proposti, quella sfoderata dalla compagine di Filippi.

I padroni di casa non demordono e quando riescono ad articolare le loro trame offensive  si rendono molto pericolosi: Hadziosmanovic ispira Pacilli che apre troppo il destro da ottima posizione, quindi scaglia un mancino violentissimo sotto la traversa con Pelagotti prodigioso nella circostanza. Luperini ed Odjer ricorrono alle maniere forti per arginare la manovra rossoblu e rimediano due ammonizioni a stretto giro di posta. Nel finale di tempo i campani crescono sensibilmente, Del Grosso sfonda sul binario mancino e assiste Rosso che sfiora il palo in girata volante.

La Casertana trova il gol che riapre il match grazie all’inserimento centrale di Cuppone, ma subito dopo il Palermo ripristina le distanze con l’ennesima zampata dello scatenato Lucca: Santana ispira con un assist rasoterra il classe 2000 che anticipa di giustezza, con un dolce tocco di interno, l’incerto Avella.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy