Ternana-Palermo 0-0: equilibrio e qualche sussulto al Liberati, infortunio muscolare per Palazzi. Commento primo tempo

Il commento del primo tempo della sfida del Liberati

Boscaglia

Chiusa la sessione estiva di calciomercato, il Palermo si rituffa a stretto giro di posta nel campionato di Serie C.

La sfida contro la Ternana di Cristiano Lucarelli costituisce un test probante, ad alto coefficiente di difficoltà. La compagine umbra guida attualmente la graduatoria del girone con quattro punti in due gare ed è reduce da un successo brillante in trasferta contro la Paganese.

Il doppio infortunio muscolare occorso in allenamento a Crivello e Corrado sguarnisce la corsia di sinistra, ragion per cui, in assenza di interpreti specifici nel ruolo, Boscaglia opta per un comprensibile variazione di modulo. Palermo in campo al Liberati con un compatto 3-5-2, schieramento che, in virtù degli uomini attualmente a disposizione, conferisce le maggiori garanzie in termini di equilibrio e densità nelle due fasi di gioco.

Pelagotti tra i pali, cerniera difensiva composta da Lancini, Somma e Marconi, Martin, coadiuvato da Odjer e Palazzi in zona nevralgica,  il rientrante Doda e Valente esterni alti all’altezza della mediana, Rauti e Saraniti coppia d’attacco. Avvio di match equilibrato con la compagine di Boscaglia che prova a restare corta ed alta, togliendo profondità ai padroni di casa e cercando di dare respiro ed ampiezza alla propria manovra. Nessun sussulto degno di nota nel primo quarto d’ora, ma in termini d’approccio al match sembra un Palermo ben diverso a quello molle e abulico visto a Teramo. Lancini si becca un cartellino giallo per un’entrata incauta e piuttosto ingenua, pochi istanti dopo Palazzi è costretto ad alzare bandiera bianca per un problema muscolare. Broh esordisce quindi con la maglia rosanero e rileva l’ex Monza. Uno spunto in velocità di Valente mette i brividi alla difesa di casa: il tirocross radente dell’esterno offensivo di Boscaglia taglia l’area piccola ma non trova Saraniti pronto a ribadire in rete. La Ternana cresce nella fase centrale della frazione: Pelagotti risponde prima a Falletti quindi a Vantaggiato, quindi altra chance per gli umbri con Partipilo. Rauti pecca di egoismo e non serve Odjer libero di calciare da ottima posizione: il gioiello del Torino calcia a lato. Un fallo di Mani di Suagher in area fa gridare al calcio di rigore gli uomini di Boscaglia ma l’arbitro non ritiene di sanzionare gli uomini di Lucarelli. La frazione si chiude in parità.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy