Sagramola: “Tutto sulla trattativa Boscaglia. Sciopero dell’AIC? Ho la mia idea”

Sagramola: “Tutto sulla trattativa Boscaglia. Sciopero dell’AIC? Ho la mia idea”

Le parole dell’amministratore delegato rosanero

Parola a Rinaldo Sagramola.

Dal ritorno tra i professionisti, all’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Coronavirus, all’obiettivo Serie A: sono diversi i temi trattati dall’amministratore delegato del Palermo, che intervenuto ai microfoni di “TRM”, ha tratto un bilancio dell’ultima stagione rosanero culminata con la promozione in Serie C della formazione siciliana.

Boscaglia è un allenatore che da subito abbiamo immaginato potesse interpretare al meglio le nostre strategie e perseguire i nostri obiettivi. È un allenatore che conosce la categoria, che conosce anche la Serie B. È una persona che conosciamo. È un allenatore che abbiamo inseguito, c’era qualche difficoltà legata al fatto che era impegnato. Ci abbiamo messo un pochino ma siamo riusciti a portarlo a Palermo”.

Chiosa finale sul cambio delle liste:La lista dei 22+1? Per quanto mi riguarda la trovo una limitazione legate ai giovani, soprattutto per società che hanno delle ambizioni. Dovendo contare sulle prestazioni degli atleti si rischia di puntare su calciatori esperti piuttosto che dare possibilità ai giovani. Per questo noi abbiamo dovuto lasciare alcuni ragazzi che erano stati protagonisti della scorsa stagione. Secondo me si potevano trovare soluzioni anche diverse, un mix diverso, una lista non bloccata ma bloccare il numero degli over e lasciarci più liberi di lavorare sui giovani. È una decisione già presa e adesso l’AIC ha preso una posizione non so quanto percorribile viste le difficoltà che il paese e il calcio in particolare si trovano ad affrontare. Uno sciopero potrebbe non essere capito dai più. Vedo difficile una marcia indietro da parte della Lega Pro. Forse il prossimo anno si potrà ritornare ad avere una lista aperta”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy