Ritiro Palermo, viaggio nell’universo Boscaglia: lavoro duro e cura del dettaglio, il suo tormentone…

Ritiro Palermo, viaggio nell’universo Boscaglia: lavoro duro e cura del dettaglio, il suo tormentone…

Tanto duro lavoro per il Palermo con mister Roberto Boscaglia

boscaglia

Per il nuovo Palermo è un ritiro all’insegna di allenamenti duri e tanto lavoro.

Mister Roberto Boscaglia non si risparmia e non risparmia niente a nessuno. La sintesi di queste due settimane di preparazione precampionato potrebbe essere “chi non corre può restare fuori”, come un mantra il tecnico ripete sempre “Qui si corre e si attacca”, si legge sull’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport. Soprattutto quest’anno dopo sei mesi di stop e un precampionato senza amichevoli a causa del Coronavirus, urge svolgere un lavoro ancora più intenso, tutti devono rimboccarsi le maniche dai più giovani ai più esperti senza esclusione di colpi, l’obiettivo del tecnico è quello di fare arrivare la squadra a inizio campionato con le idee chiare «La palla la dobbiamo avere sempre noi e se la perdiamo la dobbiamo riconquistare subito, sennò siamo morti» ripete sempre Boscaglia.

Tanto lavoro tecnico e atletico ma anche molto dialogo, l’allenatore si ferma a parlare singolarmente con i giocatori e con Santana “…a fine allenamento fa a gara a chi riesce a centrare più traverse da venti metri” si legge ancora, o con i magazzinieri gioca “a chi fa avvicinare di più il pallone alle aste per le esercitazioni atletiche, come se stessero giocando a bocce”. Un tecnico minuzioso che non fa mancare nulla ai suoi uomini, una guida autorevole che ritiene il concetto di gruppo è fondamentale per raggiungere l’obiettivo.

VIDEO Ritiro Palermo, rosanero in campo agli ordini di Boscaglia: le immagini dell’allenamento

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy