Rauti: “Era fondamentale vincere. Vi spiego la mia esultanza, devo ancora migliorare”

Le dichiarazioni rilasciate dall’attaccante del Palermo

Parola a Nicola Rauti.

Diversi sono stati i temi trattati dal giovane attaccante rosanero, match-winner di Cavese-Palermo, intervenuto in conferenza stampa al termine della sfida andata in scena questo pomeriggio allo Stadio “Simonetta Lamberti”. Di seguito, le sue dichiarazioni.

“Competizione interna tra noi attaccanti? Giochiamo solo per vincere e non è importante chi fa gol, siamo fortunati perché in tanti abbiamo segnato fin qui. Oggi era fondamentale portare a casa i tre punti, la cosa che interessava era far gol. Una partita che bisognava sbloccare; la Cavese è una squadra compatta e non era facile fare gol. Siamo stati sfortunati sul rigore, poi però fortunati con me alla fine. L’importante era sbloccarla, se non la sblocchi all’inizio poi diventa difficile. Possiamo dire che siamo stati fortunati noi per una volta. Stiamo lavorando tanto sulle palle inattive e sicuramente stiamo ottenendo risultati importanti anche sotto questo aspetto. La mia esultanza racchiudeva la voglia di fare ancora meglio e la voglia di vincere. Sono un ragazzo umile che sta imparando tanto dai più esperti, devo continuare a migliorare perché così non basta. Devo continuare a migliorare, così ancora non basta. Non mi aspettavo di poter fare gol di testa ma sono contento”, ha concluso il talento scuola Torino.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy