Perinetti-Mediagol: “Palermo, ecco le tue rivali per la A. Spero in un miracolo, dopo la radiazione io…”

Perinetti-Mediagol: “Palermo, ecco le tue rivali per la A. Spero in un miracolo, dopo la radiazione io…”

L’intervista esclusiva realizzata dalla redazione di Mediagol.it al direttore generale del Genoa, Giorgio Perinetti, sul delicato momento vissuto dalla società di viale del Fante…

Non lasciarsi condizionare dall’attuale situazione societaria e rispondere sul campo alla crisi.

Questa la mentalità che il tecnico Roberto Stellone starà cercando di iculcare  ai suoi uomini in vista della prossima gara contro il Crotone, dove l’unico imperativo sarà ottenere i tre punti: dopo il pareggio casalingo contro il Brescia infatti, il Palermo ha bisogno di ritrovare la vittoria per riconquistare la vetta della classifica.

A commentare l’attuale situazione del club rosanero è intervenuto Giorgio Perinetti, direttore generale del Genoa,  nel corso di un’intervista esclusiva rilasciata ai microfoni di Mediagol.it. L’esperto dirigente romano ha analizzato il lotto delle pretendenti alla promozione in Serie A e del passaggio di testimone dalla Sport Capital Group al gruppo guidato da Daniele De Angeli e Rino Foschi, che ha recentemente acquistato in toto le quote del club per gestirle in qualità di fiduciari in attesa del definitivo passaggio di consegne. Di seguito le sue dichiarazioni.

Contendenti del Palermo in chiave promozione diretta? Il campionato di B è sempre difficile da interpretare e in questa stagione ancora di più vista la composizione a diciannove squadre. Parliamo di un campionato dentro-fuori giornata dopo giornata. Una squadra che sta dimostrando grande solidità è il Brescia, poi c’è il Benevento che è senza dubbio una squadra importante e l’Hellas Verona che non va assolutamente sottovalutata. A ridosso ci sono le altre inseguitrici, il Palermo ha le carte in regola per tagliare il traguardo ma ribadisco quanto sia complicato questo campionato. Foschi-De Angeli? Al netto dei tecnicismi, Il pacchetto azionario è tornato di fatto a chi l’ha creato, speriamo che la situazione si possa risolvere e come detto precedentemente sono fiducioso. Se dovesse concretizzarsi un miracolo, speriamo che questa volta possa toccare al Palermo. Vorrei condividere un ricordo del periodo legato alla radiazione del Palermo.  In quel periodo grazie a una chiacchierata tra Dino Viola, il sottoscritto e Franco Peccenini, con l’ausilio del presidente La Gumina nacque  il nuovo Palermo che vinse il torneo di C2, e che da lì è ripartito con grande ambizione, vincendo campionati in serie, giungendo anni dopo in Serie A e recitando da assoluto protagonista. Un Palermo capace di mettere paura alle big del campionato italiano, sfiorando la qualificazione in Champions League. Speriamo che possa riaccadere una cosa simile per le sorti del Palermo, che da un momento estremamente buio possano sortire le premesse per una nuova graduale ma esaltante parabola calcistica ”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy