Perinetti: “Il Palermo resta la più forte, per la A c’è un solo posto. Moreo? Tedino e Inzaghi…”

Perinetti: “Il Palermo resta la più forte, per la A c’è un solo posto. Moreo? Tedino e Inzaghi…”

Il pensiero dell’attuale direttore generale del Genoa, nonché ex direttore sportivo rosanero, per quanto riguarda il lavoro svolto dal ds Fabio Lupo sul mercato e quello di mister Bruno Tedino sul campo…

La parola a Giorgio Perinetti.

L’attuale direttore generale del Genoa, nonché ex direttore sportivo del Palermo, durante un’intervista rilasciata ai microfoni de La Repubblica, ha disquisito abbondantemente di diversi temi riguardanti il mercato di Serie B ma soprattutto per ciò che concerne il lavoro svolto dal ds rosanero Fabio Lupo in questa sessione invernale, tra entrate ed uscite. Di seguito alcune dichiarazioni del dirigente rossoblu.

Sul piatto della bilancia ci sono Thiago Cionek, Embalo, Petermann e Monachello fra le uscite; Fiore e Moreo fra le entrate. Dove pende l’ago?
“Dalla parte del Palermo. Non è stata stravolta una squadra che sta facendo molto bene. Sono stati ceduti buoni giocatori, ma cambia poco. Fiore è uno di quelli che rientrano nel discorso dei giovani di prospettiva. E Moreo è molto duttile, intelligente, si sacrifica molto e sa trovare il gol. Tedino lo ha voluto per lo stesso motivo per cui Inzaghi voleva tenerlo”.

Nessuna sorpresa quindi fino alla fine dal campionato?
“La serie B resta imprevedibile. Bisogna arrivare bene alle sfide decisive. Tedino ha trovato la quadratura del cerchio e anche la giusta continuità. Bisogna solamente continuare a lavorare così. Il Palermo non dovrebbe avere problemi, chiaramente bisognerà fare attenzione a Frosinone ed Empoli, forse il Parma ha l’occasione di rientrare. Ma penso che per la promozione diretta ci sia solo un posto”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. LaCosa - 2 anni fa

    allora magari Empoli Palermo finirà 0 – 4 ??

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy