Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

il capitano

Palermo, verso il Potenza: Filippi senza De Rose, serve ridisegnare la mediana

Palermo, verso il Potenza: Filippi senza De Rose, serve ridisegnare la mediana

Vista la squalifica di De Rose, Filippi dovrà ridisegnare il centrocampo del Palermo facendo a meno del suo indiscusso leader tecnico e carismatico

Mediagol (ls) ⚽️

di Luca Silvestri

Capitano e uomo chiave, Francesco De Rose è una delle colonne portanti del Palermo di Giacomo Filippi. Fortemente voluto da Roberto Boscaglia, l'esperto centrocampista originario di Cosenza è approdato nel capoluogo siciliano lo scorso gennaio, nel corso della sessione invernale di calciomercato. Grinta, personalità, leadership in mezzo al campo, a servizio di una causa della quale si è da subito fatto padrone. Metronomo quando serve, equilibratore delle trame mediane ed all'occorrenza regista d'eccezione, per un Palermo che non può più fare a meno del suo mastino.

"Una sconfitta che pesa, chiediamo scusa ai tifosi. Adesso tocca a noi stare in silenzio e lavorare per far vedere alla gente il vero Palermo". A seguito della clamorosa debacle esterna contro la Turris, era toccato proprio al classe 1987 presentarsi ai microfoni della stampa nel post-gara. Dichiarazioni, quelle rilasciate dal giocatore dopo la prova scadente offerta dagli uomini di Filippi a Torre del Greco, hanno dimostrato una volta in più l'importanza di De Rose in campo e fuori dal rettangolo verde di gioco, certificando - qualora ve ne fosse stata ulteriore necessità - il perché di quella fascia di capitano affidatagli nelle afose giornate di ritiro a San Gregorio Magno.

Una garanzia di affidabilità tecnica e tattica che mancherà a Filippi in occasione della prossima sfida contro il Potenza. De Rose dovrà scontare, infatti, un turno di squalifica, con il tecnico nativo di Partinico che arriverà al primo dei due impegni consecutivi al "Renzo Barbera" con un grattacapo in più. Chi al posto di De Rose? Un rebus ancora da risolvere nella testa dell'allenatore.

Il 3-5-2 lanciato da Filippi sul campo della FidelisAndria potrebbe non essere un'opzione spendibile, con l'assenza di De Rose che potrebbe farsi sentire in maniera rilevante specialmente nella fase di non possesso. Ma non solo; perché schierando dal primo minuto tutti e tre i centrocampisti, in panchina eventualmente resterebbe il solo classe 2004, Enrico Mauthe.Odjer, dunque, dovrebbe fare le veci del capitano dei rosa, fungendo da 'recupera palloni' e comandando la mediana da una posizione più arretrata. Chi al fianco dell'ex Trapani? In caso di conferma del 3-5-2 Dall'Oglio Luperini sarebbero - per cifra tecnica e gerarchie - i due candidati ideali per completare il terzetto di centrocampo in mezzo ai due esterni. I due incursori sono ancora a caccia della prima gioia stagionale, che potrebbe anche non arrivare vista la necessità di attenzionare maggiormente la fase difensiva in assenza di De Rose.

Il passaggio ad un eventuale centrocampo a due non sembra la più remota tra le ipotesi. Schierare all'unisono Dall'Oglio e Luperini regala tanta fisicità e corsa in mezzo al campo, perdendo tuttavia in palleggio nella costruzione della manovra ed in tamponamento delle offensive avversarie in fase di non possesso. Uno dei due potrebbe, dunque, essere sacrificato, in favore di un assetto più equilibrato e che possa concedere al Palermo meno rischi possibili con la palla tra i piedi degli avversari. Ridisegnando il reparto di centrocampo con un quartetto, Filippi potrebbe tornare a schierare i due trequartisti alle spalle di Brunori. Con Fella, Silipo, Floriano e Valente la qualità negli ultimi 25 metri non manca di certo, con la formazione siciliana che gode di un parco attaccanti dalla spiccata profondità per la categoria. 

In vista del match contro Potenza, in programma domenica 14 novembre, a Filippi resta una matassa ancora estremamente ingarbugliata, la quale dovrà essere necessariamente sbrogliata senza l'ausilio del suo leader dentro e fuori dal campo. Un rebus che si risolverà nei prossimi giorni, con il Palermo atteso ad una grande prova di maturità per restare saldo al secondo posto della classifica del Girone C. Aspettando il ritorno in campo del proprio capitano.

 

tutte le notizie di