Palermo, senti Bucaro: “I rosa sono un po’ indietro, vi spiego perché. Sarà un girone di fuoco”

Palermo, senti Bucaro: “I rosa sono un po’ indietro, vi spiego perché. Sarà un girone di fuoco”

Le parole dell’allenatore palermitano Giovanni Bucaro: “Se i rosanero vogliono provare a vincere il campionato devono fare qualcosa di importante in attacco”

Parola a Giovanni Bucaro.

Si va lentamente delineando il nuovo Palermo di Roberto Boscaglia, rientrato in città al termine del ritiro pre-campionato svoltosi a Petralia Sottana da lunedì 24 agosto a venerdì 11 settembre. Divisa tra campo e calciomercato, la società rosa, non mai smesso di lavorare alacremente per assicurarsi nuovi innesti in grado di completare l’organico a disposizione del tecnico gelese. Un tema spinoso affrontato anche dall’allenatore palermitano Giovanni Bucaro soffermatosi, ai microfoni de “Il Giornale di Sicilia”, anche su svariati altri temi caldi in casa rosanero in vista dell’inizio del prossimo campionato di Serie C.

“Finché non prenderà un attaccante di un certo livello, il Palermo sarà sempre indietro. Davanti è una squadra che va completata, se i rosanero vogliono provare a vincere il campionato devono fare qualcosa di importante in attacco. Il Palermo sta attrezzando una buonissima squadra, ma rispetto ad altre è un po’ indietro. Sarà poi il campo a decidere il tutto. È vero che mancano ancora due settimane all’inizio del campionato, ma prima fai gli acquisti meglio è per permettere all’allenatore di lavorare su alcuni meccanismi. Il Bari ha qualcosa in più rispetto agli altri. L’esperienza dello scorso anno con la finale play-off persa dopo una stagione di alto livello servirà da lezione. Ci sono tre squadre siciliane, il che significa tanti derby. Tutto ciò può incidere perché sono partite aperte a qualsiasi risultato, ma questo al Palermo deve interessare poco. Devono fare un campionato importante per provare a vincere. Si prospetta un girone molto avvincente perché ci sono piazze di rilievo. Sarà molto bello perché tutti si stanno attrezzando per fare un campionato importante. In questa stagione non si potrà sbagliare nulla. L’assenza di pubblico, almeno inizialmente, inciderà”.

L’arrivo di Boscaglia – ha ammesso Bucaro – sta a significare che la società è ambiziosa, vuole fare un campionato importante e provare a vincere. Sarà, però, un girone di fuoco e tutti aspetteranno il Palermo al varco. Il girone tosto incide, ma c’è una proprietà nuova che ha già vinto il campionato di Serie D al primo anno. Riuscire a fare subito il salto di qualità non è facile, capisco la volontà di prendersi due anni di tempo. L’esperienza non manca con Sagramola e Castagnini“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy