Palermo-Roma 0-3: solo Diamanti, amara la prima di Baccaglini. Il commento finale

I rosanero, sotto gli occhi attenti di Paul Baccaglini, hanno dovuto cedere ai giallorossi di Spalletti.

di Nunzio Alessandro Bellomonte. 12-03-2017

Un Palermo ben messo in campo da Diego Lopez e sempre pronto ad attaccare gli spazi, ma i rosanero però hanno dovuto cedere alla superiorità dei giallorossi che hanno sfruttato al massimo le occasioni da gol avute. Sugli spalti per la prima volta il nuovo presidente Paul Baccaglini insieme alla compagna Thais Souza Wiggers, i tifosi hanno riservato al patron un accoglienza degna di questo nome. Il risultato è stato ancora una volta negativo, ma la squadra ha dimostrato di avere gli attributi per lottare fino all’ultimo per la salvezza.

PRIMO TEMPO – I rosanero si sono presentati alla sfida contro i giallorossi, ma la superiorità della compagine guidata da Luciano Spalletti ha prevalso sull’inesperienza e soprattutto sulle lacune difensive dei padroni di casa. Al 4′ c’è stato un sussulto degli uomini di Diego Lopez che avevano anche trovato la rete con Nestorovski, ma l’attaccante macedone era in netta posizione di fuorigioco al momento della conclusione a rete. Eccezion fatta per questa occasione gli attacchi rosanero sono risultati essere quasi sempre troppo sterili e una difesa esperta come quella romanista non è mai andata in confusione. Al 22′ arriva la solita per la Roma che ha trovato la via del gol con Stephan El Shaarawy che ha sfruttato alla perfezione un lancio di Grenier e a due passi da Fulignati, che avrebbe dovuto anticipare l’uscita, ha insaccato in rete facilmente.

SECONDO TEMPO – La seconda frazione di gioco ricomincia con un cambio per il Palermo, Diego Lopez decide di lasciare negli spogliatoi Carlos Embalo e di far entrare al suo posto Alino Diamanti. E’ proprio il fantasista rosanero a procurarsi una ghiotta occasione al 49′ quando dopo aver rubato palla a Rudiger si è lanciato verso l’area di rigore e ha fatto partire un mancino diretto all’angolino destro ma Sczesny si è fatto trovare pronto spedendo in corner. E’ un Palermo diverso quello visto nella seconda frazione di gioco, i rosanero si sono imposti nella metà campo giallorossa creando diverse potenziali occasioni da rete. Un’altra possibilità importante per i rosanero è arrivata al 59′ con Morganella che da fuori area ha calciato una botta che l’estremo difensore romanista ha solo respinto. Nella fase centrale della gara è il Palermo che ha provato in più occasioni a impensierire la retroguardia giallorossa, ma nonostante la prova di cuore dei ragazzi di Lopez è arrivata la seconda rete con Edin Dzeko che al 75′ ha battuto Fulignati dopo un’imbeccata perfetta di Nainggolan. Al 91′ gli ospiti sono andati sul 3-0 grazie a un magistrale contropiede orchestrato da Strootman e concluso da Bruno Peres che ha depositato in rete dopo una lunga cavalcata.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ciccio - 4 anni fa

    l’Empoli le può perdere tutte già è salvo oltre al presidente occorrerebbero​almeno 8/11 giocatori nuovi ma soprattutto decenti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. malcommix - 4 anni fa

    Non abbiamo la squadra adatta alla categoria ma in compenso si è fatto cabaret x una settimana.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Antonello Provenzano - 4 anni fa

    Partita incommentabile: c’erano due o tre categorie di differenza… la Roma ha giocato male, molle e svogliata: fossero stati concentrati, ne avrebbero fatti 5 o 6 (vista la nostra difesa e il portiere)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Stefano Salerno - 4 anni fa

    Grandi ……ma arritirativi

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy