Palermo, processo Zamparini: udienza rinviata al prossimo 18 settembre. I dettagli

Palermo, processo Zamparini: udienza rinviata al prossimo 18 settembre. I dettagli

Dopo circa trenta minuti di dibattito l’udienza a carico dell’ex patron rosanero è stata rinviata al prossimo 18 settembre: Zamparini dovrà presentarsi in aula senza scorta

Udienza rinviata al prossimo 18 settembre.

É terminata pochi minuti fa l’udienza svoltasi presso la quarta sezione penale del Tribunale di Palermo a carico dell’ex patron rosanero: dopo il rinvio dello scorso 2 luglio dovuto ad alcuni problemi tecnici sorti nella composizione del collegio, questa mattina, Maurizio Zamparini – agli arresti domiciliari dallo scorso 25 gennaio con le accuse di falso in bilancio e autoriciclaggio – è tornato a processo, rappresentato in aula dall’avvocato Fabrizio Biondo, per rispondere delle accuse da parte della Guardia di Finanza e della Procura per la gestione societaria del Palermo nel periodo compreso fra il 2013 e il 2017. Il nodo della questione ruota sempre intorno al marchio Mepal, ceduto alla società lussemburghese Alyssa per 40 milioni di euro, di cui 20 effettivamente entrati nelle casse del club di Viale del Fante.

L’avvocato Biondo ha chiesto che risultino inutilizzabili gli atti di indagini successivi al 7/7/2018, il Tribunale, però, ha rigettato la richiesta del Pm, che aveva chiesto il rinvio per studiare e analizzare nel dettaglio la documentazione, e ha disposto di procedere con il processo. Dopo circa 30 minuti di dibattito, il Tribunale, in accoglimento delle richieste di entrambe le parti, ha deciso di rinviare l’udienza in data 18 settembre 2019 alle ore 9,30. Il Pm, inoltre, scioglierà la sua riserva e l’imprenditore friulano dovrà presentarsi in aula per testimoniare senza alcuna scorta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy