Palermo, presentato ricorso al CONI per la mancata ammissione in Serie B. Il comunicato

Palermo, presentato ricorso al CONI per la mancata ammissione in Serie B. Il comunicato

Il Palermo ha presentato ricorso al CONI contro la decisione del Consiglio Federale della Figc di non ammettere i rosanero al prossimo campionato di Serie B

Il Palermo ha presentato ricorso al Coni per la mancata ammissione al prossimo campionato di Serie B.

Il Consiglio Federale della Figc aveva infatti escluso lo scorso 12 luglio, a seguito delle valutazioni della Covisoc, il club di Viale del Fante dal torneo cadetto per inadempienze amministrative. Al posto dei siciliani la Lega B aveva ripescato il Venezia, come da regolamento, in quanto miglior retrocessa. Una notizia che era nell’aria da tempo, ma che la proprietà non intende ancora accettare.

Serie B, Palermo escluso: il comunicato ufficiale della Lega

La società, come preannunciato dal patron Salvatore Tuttolomondo, si sta affidando ai successivi gradi della giustizia. Come si legge in una nota pubblicata sul sito del Coni, il Palermo ha infatti presentato ricorso al Collegio di Garanzia dello Sport. Di seguito il comunicato.

La segreteria del Collegio di Garanzia dello Sport ha ricevuto il seguente ricorso destinato alla Sezione competente in tema di ammissione/iscrizione ai campionati nazionali professionistici:

– ricorso presentato dalla U.S. Citta di Palermo S.p.A. contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) e nei confronti della Lega Nazionale Professionisti di Serie B (LNPB) e del Venezia FC s.r.l. per la riforma e/o l’annullamento del C.U. n. 10/A del 12 Luglio 2019, comunicato in pari data e concernente la delibera del Consiglio Federale di non concessione alla medesima società U.S. Città di Palermo della Licenza Nazionale ai fini dell’ammissione al campionato professionistico di Serie B, s.s. 2019/2020, oltre che del parere negativo della CO.VI.SO.C. , reso nella riunione del 10 luglio 2019, della precedente comunicazione della CO.VI.SO.C. del 4 luglio 2019 e di ogni altro provvedimento a questi connessi, collegati o conseguenti;

La società U.S. Citta di Palermo S.p.A. chiede al Collegio di Garanzia dello Sport di voler accogliere il presente ricorso e, per l’effetto, di annullare i provvedimenti impugnati, adottando ogni provvedimento conseguente, utile a salvaguardare al meglio gli interessi e i diritti della ricorrente, ed in particolare il diritto alla vita della U.S. Città di Palermo S.p.A., costituito dall’ottenimento della Licenza Nazionale per poter iscriversi al Campionato di Serie B, stagione calcistica 2019/2020“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy