Palermo, Peretti: “Sono felice di essere qui. Derby con il Catania? Rispondo così. Martinelli…”

Il giovane difensore, Manuel Peretti, felice della permanenza a Palermo

peretti

Manuel Peretti e l’estenuante percorso che ha segnato il suo ritorno in maglia rosanero.

Il difensore ex Hellas Verona racconta  le dinamiche della trattativa tra i due club che ha sancito la sua permanenza a Palermo.

Una negoziazione lunga e articolata quella che ha portato la dirigenza di Viale del Fante a definire l’acquisto di Manuel Peretti, classe 2000,  jolly difensivo che ha chiuso la scorsa stagione in D da titolare. Rivolgendosi direttamente al ragazzo, il presidente del Palermo, Dario Mirri ha detto “Ci hai fatto davvero sudare…”, un’affermazione che racconta fatica ed energie spese dal binomio Sagramola-Castagnini per rilevare a titolo definitivo il cartellino del ragazzo, con opzione di riacquisto per il Verona alla scadenza dei due anni di contratto con il club di proprietà di Hera Hora.

Ecco le dichiarazioni del calciatore in merito alla questione estrapolate dall’intervista da lui concessa a La Repubblica Palermo.

È stata una trattativa abbastanza lunga. Rimanere a Palermo era quello che volevo. Ritrovare il campo è stata una soddisfazione, era da marzo che non lavoravamo tutti insieme. Sono felice di avere ritrovato alcuni dei compagni che c’erano l’anno scorso e di avere conosciuto i nuovi. Il livello della squadra mi sembra già molto buono”, ammette lo stesso giocatore.

Sulla delicata situazione relativa al compagno di squadra, Alessandro Martinelli, che non è potuto andare in ritiro con in compagni a causa di alcuni problemi fisici emersi durante le visite mediche, Peretti afferma: “Lo aspettiamo e speriamo di vederlo al più presto non possiamo fare altro che lavorare e rimanere concentrati sul lavoro di campo anche per lui. Siamo in ritiro e dobbiamo rimanere concentrati. Non possiamo pensare nemmeno al rischio che si fermi di nuovo il campionato per il coronavirus. Già essere tornati ad allenarci è una gran cosa”, si legge ancora.

Anche per Manuel Peretti è arrivata la soddisfazione del primo contratto da professionista: “Pretendo molto da me stesso, non voglio mollare nemmeno un centimetro e do sempre il massimo, sono certo che continuando a lavorare le gratificazioni arriveranno e avendo la rosa corta ci saranno soddisfazioni e possibilità per tutti. In difesa ci sono giocatori più esperti di me, ma la concorrenza tosta può farmi crescere. Allenarsi con gente che ha giocato in categorie superiori è una fortuna. Se faccio parte della rosa significa che posso dire la mia. Rispetto chi ha più esperienza di me, ma non ho paura di nessuno”. Nonostante il ragazzo sia originario di Verona, l’appartenenza ai colori rosanero si fa sentire e rispetto al prossimo derby contro il  Catania afferma: “È la partita che aspetto di più, me ne parlavano già l’anno scorso. Sembra importante quanto una stracittadina, qualcosa di super sentito: non vedo l’ora di giocare il derby. Speriamo che ad assistere alle partite possa esserci il pubblico. Giocare senza gente è triste. Noi favoriti? Esserlo o meno non importa, conta vincere comunque”.

Palermo, ufficiale l’acquisto di Peretti: il difensore classe 2000 ritorna in rosanero

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy