Palermo, Pelagotti e l’errore contro l’Avellino: “Mi rialzo subito, no al vittimismo”. E Sorrentino…

Il portiere del Palermo guarda avanti: le sue parole

Avellino-Palermo

“Non so neppure come abbia potuto prendere un gol del genere”.

Parola di Alberto Pelagotti. L’edizione odierna del ‘Corriere dello Sport’, punta i riflettori sul rocambolesco gol di Silvestri e, dunque, sulla papera del portiere rosanero in occasione di Avellino-Palermo. Un episodio che ha deciso il match valido per la ventitreesima giornata del campionato di Serie C-Girone C, andato in scena domenica pomeriggio allo Stadio “Partenio-Lombardi”.

“Improvvisamente ho visto la palla in rete e invece non dovevo farla rimbalzare. L’unico modo per reagire? Liberarsi da qualsiasi segno di vittimismo. Le critiche fanno parte di ogni sport e bisogna accettarle anche perché se non sei bravo ad assimilarle non puoi scendere in campo. Contro il Bisceglie? Uniti e compatti ne veniamo fuori. Bisogna mettere in pratica quello che, gol a parte per il quale ho chiesto subito scusa, abbiamo dimostrato contro Ternana ed Avellino”, ha dichiarato Pelagotti.

Ma non solo; in suo aiuto è accorso anche Stefano Sorrentino, autore anche lui, nove anni fa in occasione di un Palermo-Bologna, di un clamoroso errore che ha impedito ai rosanero – in piena zona retrocessione – di ottenere una terza vittoria di fila, fondamentale in ottica salvezza. L’ex capitano del Palermo è stato il primo a chiamarlo e a tranquillizzarlo: “Indietro non si torna, andando avanti ci si può riscattare”, le sue parole.

Palermo, Sorrentino e la papera di Pelagotti: “Ho sentito Alberto, vi racconto. Ho un consiglio per lui”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy