Palermo: nelle casse del club rosa entreranno 5,7 milioni per precedenti cessioni

Palermo: nelle casse del club rosa entreranno 5,7 milioni per precedenti cessioni

Da Pastore a La Gumina, passando per Kjaer e Belotti: il club siciliano deve ricevere pagamenti da società italiane e straniere per precedenti cessioni

Il Palermo Calcio, stando a quanto riportato nella semestrale del club, attenderebbe adesso 5,7 milioni di euro da altre società per le operazioni di mercato in uscita degli anni passati, più o meno recenti.

(Calciomercato Palermo, da Nestorovski a Jajalo: ecco tutti i rosa con la valigia in mano…)

Questo, in sintesi, quanto riportato stamani da Il Giornale di Sicilia, che spiega come dei 18 milioni di crediti attesi dalle parti di Viale del Fante (esclusi quindi i 20 milioni di euro ex Alyssa, che dovranno invece essere immessi dalla nuova proprietà rosanero), circa otto di questi sarebbero ascrivibili a delle società calcistiche italiane ed estere, che a loro volta dovrebbero saldare buona parte di questi crediti entro il 31 dicembre del 2019:

Il principale debitore nei confronti del Palermo è l’Empoli, società che lo scorso anno ha permesso ai rosa di realizzare una plusvalenza da 9 milioni tramite la cessione di La Gumina. L’importo è stato interamente messo a bilancio dal club rosanero, che però ha concesso ai toscani un pagamento rateizzato. Entro la fine dell’anno, stando a quanto emerge dalla relazione di metà esercizio redatta a marzo, gli azzurri dovranno versare 3 milioni di euro per l’operazione che ha portato al trasferimento del centravanti palermitano. Da un attaccante all’altro, il Palermo attende ancora 800 mila euro dal Torino, probabilmente come rata conclusiva dell’affare Belotti. In entrambi i casi, però, trattandosi di operazioni interne alla stessa federazione, il credito può andare in compensazione con debiti che il club ha contratto (o può contrarre) in caso di acquisti sul mercato italiano“.

(Calciomercato Palermo, addii da valutare: quale futuro per i “big” rosanero?)

Sempre secondo quanto riferito all’interno della propria edizione odierna dal noto quotidiano regionale, la stessa regola non varrebbe per i crediti attesi, invece, da società estere, dalle quali il Palermo Calcio si aspetta quasi 1,5 milioni di euro da qui al termine dell’anno solare: “In cima alla lista ci sono i brasiliani del Palmeiras, dove attualmente gioca Bruno Henrique. La cessione del centrocampista ha alleggerito il monte ingaggi e il club paulista si è impegnato a versare una somma pari a circa 3,2 milioni, evitando così una sanguinosa minusvalenza. Cifra ovviamente rateizzata, con poco meno di 900 mila euro attesi entro dicembre (a cui si aggiungeranno altri 600 mila euro nel 2020). Il resto del credito da società estere è praticamente dovuto in toto alla MLS, ovvero la lega professionistica nordamericana: il mezzo milione che deve ancora entrare nelle casse del Palermo è quello della cessione di Struna agli Houston Dynamo, somma inizialmente «congelata» per via di un’ingiunzione di pagamento presentata a gennaio da un procuratore e successivamente ritirata“.

Tornando invece in terra italiana, l’Inter dovrebbe ancora 160 mila euro ai rosanero per il trasferimento del giovane esterno sinistro Felice D’Amico, che durante questa stagione sportiva ha militato (in prestito) nella Primavera del Chievo Verona. Rimangono infine delle quote minime relative ai contributi di solidarietà attesi da club sia italiani che stranieri per altre precedenti cessioni: “…si va dai 184 mila euro della Roma per Pastore ai soli 89 euro del Fenerbahce per un acquisto ormai lontano nel tempo, quello di Simon Kjaer, che al Palermo continua a fruttare qualche spicciolo considerando che pure il Siviglia (meno di 40 mila euro) dovrà staccare un assegno in favore dei rosa per il trasferimento del centrale danese in terra andalusa“.

(Palermo, calciatori in vacanza: Gunnarsson spera in un’altra chance, Rispoli attende il matrimonio. Haas e Murawski…)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy